Consumo benzina in calo negli Usa

Negli Stati Uniti scende il consumo della benzina

da , il

    benzina usa

    Negli Usa il consumo della benzina è nettamente in calo, tanto che nel 2030 si stima che sarà del 20% in meno rispetto ad oggi, nonostante il numero di veicoli immatricolati rimarrà invariato. Nel 2006 ci fu il picco massimo di consumi e in questo momento invece stanno diminuendo. Senza contare anche alcuni casi politici che hanno fatto incrementare i prezzi con conseguente calo della domanda. Secondo i dati negli Stati Uniti si consumano oltre 1,3 miliardi di litri di benzina al giorno, che rappresentano l’8% in meno rispetto al 2006.

    Questo calo, secondo gli esperti, dovrebbe accelerare dal 2012, il fatto che le auto nuove prodotte dovranno rispettare dei precisi criteri di risparmio di benzina, considerando tutte le vetture presenti, il consumo medio per brand non dovrà essere inferiore ai 13 km con 1 litro, rispetto al limite di 11,9 stabilito nel 1990. Nuovo limite dal 2016: 15,3 km con 1 litro. Altro motivo è l’introduzione di auto elettriche o ibride, il cui acquisto è sostenuto da finanziamenti della Casa Bianca con cospicui investimenti. Inoltre c’è da aggiungere anche il l’aumento previsto dell’impiego di etanolo e biocarburanti, che prenderanno piede su larga scala nel 2022.

    Tutti problemi che si sono verificati anche in Italia ultimamente, come quello dell’aumento dei prezzi dei carburanti. Da considerare anche il fatto che tra i giovani si è sviluppata una coscienza ambientale notevole e per loro non è più indispensabile possedere un’auto, anche a causa di alcuni problemi economici dovuti alla mancanza di impiego. Un altro fattore molto importante in tutto questo contesto sono anche le nuove tecnologie, che nel secolo scorso erano quasi del tutto assenti, oggi permettono di restare in contatto o di fare acquisti anche stando seduti comodamente a casa.