Crisi e caro benzina: il 20% degli italiani usa meno l’auto

Da uno studio di Aci e Censis risulta che 1 italiano su 5 usa meno l'auto, questo a causa del caro benzina e dell'aumento dei costi di gestione, primo tra tutti l'assicurazione

da , il

    20% italiani usano meno auto

    Abbiamo già parlato di cosa succede lungo il confine Svizzero o vicino alla Slovenia, e quindi i risultati di questa ricerca Aci e Censis non stupiscono poi molto. Crisi e aumento del prezzo del carburante hanno reso piuttosto onerosi gli spostamenti con auto private, tanto che circa 1 italiano su 5 preferisce sfruttare mezzi di trasporto alternativi e lasciare parcheggiata il più possibile la propria vettura. Secondo lo studio i più giovani optano per i mezzi pubblici o lo scooter, mentre gli over-45 optano per la bici o una sana camminata. L’aumento dei costi di gestione delle auto comunque non è interamente dovuto all’aumento di diesel e benzina.

    Anche le assicurazioni infatti sono una voce importante, con una media annua di 715 €. Da segnalare anche un forte aumento delle multe rispetto al 2010, circa il 18% in più, accompagnato da un aumento dei soldi spesi per parcheggiare (+5,3%). Buoni risultati per il car-sharing, servizio che consente di prenotare e usare un’auto ritirandola e consegnandola in un parcheggio apposito, che ha fatto registrare un incremento del 66% negli ultimi 3 anni. Tutto questo comunque si traduce in pessimi risultati per il mercato dell’auto, che nel 2011 ha fatto segnare un -17% rispetto al già nero 2009. Tiene invece il mercato dell’usato, con un aumento dell’età media del parco circolante che arriva a 9,3 anni.