Dacia Duster 2018, prova su strada: prezzi, interni e motori [FOTO]

La prova su strada della Dacia Duster 2018, SUV completamente rinnovato negli interni, design deciso, ottimo comportamento in fuoristrada. Tecnologia e sicurezza da segmento superiore. Prezzi, interni e motori del SUV rumeno.

da , il

    Si avvicina il lancio sul mercato della nuova Dacia Duster 2018. Prova su strada condotta in Grecia, nei dintorni di Atene, tra statali tortuose e percorsi da vero fuoristrada. E’ cambiato tanto in questa nuova generazione, dove si vede e soprattutto dove non si vede. Il design esterno è stato reso più moderno e gradevole senza tuttavia snaturare la linea di un modello che riscuote un elevato successo commerciale da diversi anni. Per quanto riguarda gli interni, la nuova Dacia Duster ora sfoggia materiali di qualità sensibilmente superiore e non nasconde una certa eleganza. La tecnologia è notevolmente migliorata, ci sono parecchi sistemi di assistenza alla guida e la sicurezza generale è superiore. Questo aspetto è marcato soprattutto nell’uso in fuoristrada: la nuova Dacia Duster infatti, nella sua versione 4×4, non teme ostacoli, va letteralmente dappertutto e lo fa con aiuti intelligenti che di solito si trovano in auto dai prezzi non comparabili, oppure non si trovano proprio.

    DESIGN DELLA DACIA DUSTER 2018

    Dacia Duster 2018

    Il design esterno della Dacia Duster 2018 evidenzia delle novità significative, pur senza stravolgere l’aspetto generale di quello che di gran lunga il modello più venduto della casa rumena del gruppo Renault. Partendo dall’anteriore, si notano innanzitutto i nuovi fari con luci diurne a LED e firma luminosa ben distinta. Le sagome della griglia centrale ora sono molto più distanziate. Sul cofano appaiono delle nervature che regalano un carattere deciso, accentuato ulteriormente dalla vistosa protezione sottoscocca, in tinta con la carrozzeria, che occupa una buona parte del paraurti, per completare l’immagine di SUV che ama il fuoristrada.

    Spostandoci alla vista di profilo della Dacia Duster 2018, vediamo che la linea di cintura è più alta rispetto alla serie precedente. Inoltre il parabrezza è più avanzato e inclinato. Modifiche visibili alla nervatura inferiore e alle barre sul tetto in alluminio. Decorazione nera sopra il parafango che ricorda tanto le prese d’aria delle auto sportive. Nuovo infine il disegno dei cerchi in lega da 17 pollici.

    Nella coda la novità più vistosa e importante è nei gruppi ottici, ora di forma quadrata. Anche qui il paracolpi occupa una porzione importante del paraurti. Non male il tocco dello scarico cromato.

    DACIA DUSTER 2018, INTERNI COMPLETAMENTE NUOVI

    Dacia Duster 2018

    Gli interni della Dacia Duster 2018 sono stati profondamente rinnovati, praticamente è come se si trattasse di un’altra macchina. Si vede e si sente, infatti la rumorosità nell’abitacolo è notevolmente inferiore. I sedili ora sono più grandi e restano molto morbidi e confortevoli (è stata usata una schiuma più densa per migliorare la durata). I materiali per i rivestimenti esprimono una certa eleganza, sia il tessuto che la pelle. Il sedile guida ha un migliore meccanismo di regolazione in altezza, si aggiunge la regolazione lombare e la seduta è più lunga. La posizione corretta di guida si trova rapidamente, il volante si regola anche in profondità. Sono poi stati ridisegnati i tre poggiatesta posteriori per non ostacolare la visibilità al conducente.

    La plancia è più verticale rispetto alla precedente. In alto troviamo le tre bocchette di areazione, al centro il display multimediale (ora un po’ più in alto), sotto tre comandi circolari per la climatizzazione, che ora è automatica. In mezzo i vari pulsanti per le principali funzioni di guida. Al centro del cruscotto la Dacia Duster 2018 ora sfoggia anche un display TFT. Nella versione 4×4 sulla consolle centrale c’è la manopola per selezionare la trazione anteriore, integrale o il blocco del differenziale; inoltre il display multimediale mostra anche le informazioni specifiche per il fuoristrada, come gli angoli di rollio e beccheggio; c’è anche la bussola. Infine è disponibile anche l’apertura delle portiere senza chiave, tramite card che chiude automaticamente l’auto quando ci si allontana. Troviamo anche l’avviamento del motore a pulsante. Impreziosiscono il tutto le cuciture a contrasto e alcune cromature. L’impianto audio ora dispone di 6 altoparlanti, dal maggiore diametro e meglio fissati ai pannelli.

    DACIA DUSTER 2018, DIMENSIONI, PESO E BAGAGLIAIO

    Dacia Duster 2018

    Le dimensioni della Dacia Duster 2018 sono sostanzialmente invariate. La lunghezza è di 4.341 mm, il passo di 2.674 mm (2.676 per la 4×4), la larghezza è di 1.804 mm senza specchietti e di 2.052 includendo i retrovisori. L’altezza è di 1.693 mm, comprese le barre del tetto. Per quanto riguarda le misure specifiche per l’uso in fuoristrada, l’altezza da terra è di 210 mm, l’angolo di attacco di 30°, l’angolo di uscita di 34° (33° sulla 4×4). L’angolo di dosso è invece di 21°. Il peso in ordine di marcia con conducente della Dacia Duster 2018, per le motorizzazioni diesel commercializzate in Italia, va da 1.327 a 1.427 Kg.

    Dacia Duster 2018

    Passiamo al bagagliaio della Dacia Duster 2018. Il volume di carico minimo, a seconda della trazione, varia da 467 a 478 litri, mentre il volume massimo va da 1.614 a 1.623 litri. Nell’abitacolo sono stati ottimizzati i numerosi vani portaoggetti, i quali ora sommano una capacità di 30,5 litri, compreso uno scomparto sotto il sedile passeggero.

    DACIA DUSTER 2018: MOTORI, TRAZIONE INTEGRALE, TECNOLOGIA E CONSUMI

    Dacia Duster 2018

    La gamma motori della Dacia Duster 2018, limitatamente alle versioni commercializzate in Italia, parte dal motore a benzina aspirato 1.6 SCe da 115 cavalli con cambio manuale a 5 marce. Per questo motore è in fase di omologazione anche la versione a GPL. Trazione a due o quattro ruote motrici. Naturalmente nel nostro Paese la parte del leone verrà recitata dalle versioni col motore diesel dCi 1.5 in potenze da 90 e 110 cavalli. Si tratta di quattro diverse motorizzazioni. Si parte dal dCi 90 con cambio manuale a 6 rapporti; poi il dCi 110 prevede la versione con cambio manuale, quella con cambio automatico EDC a doppia frizione e 6 rapporti, infine la Dacia Duster a trazione integrale; la 4×4 è però venduta col solo cambio manuale. E’ sempre di serie invece il servosterzo elettrico, un’altra novità per questo modello: permette di ridurre del 35% lo sforzo durante le manovre e il livello di assistenza si adatta alla velocità del veicolo, per mantenere una precisione adeguata anche in autostrada e allo stesso tempo per filtrare meglio le reazioni durante la guida in offroad.

    Il livello di tecnologia della nuova Dacia Duster ha compiuto un notevole salto di qualità. Cominciando dal sistema Multiview Camera, composto da quattro telecamere: una frontale, due laterali e una posteriore. Si attiva automaticamente e durante le manovre di parcheggio cambia angolo a seconda della marcia inserita, visualizzando anche direttamente le ruote anteriori. Il sistema è molto utile anche e soprattutto durante la guida in fuoristrada; infatti quando si affrontano salite molto ripide alla cui sommità di solito si è completamente ciechi, la telecamera frontale è attivabile anche manualmente, così si riesce a vedere la strada.

    Un’altra importante tecnologia per la sicurezza della Dacia Duster 2018 è l’assistenza alla discesa, in inglese Hill Descent Control. Fondamentale in caso di pendenze molto ripide su fondi scivolosi (sterrato, sabbia, neve o fango), questo sistema permette di procedere senza toccare i pedali, perché regola automaticamente freno e acceleratore per scendere in tutta sicurezza. Si tratta di un dispositivo che di solito si trova solo su auto con prezzi ben superiori.

    Non mancano nemmeno monitoraggio dell’angolo cieco, assistenza alla partenza in salita ed airbag a tendina. Infine nel telaio sono stati rinforzati i longheroni e nella scocca il montante del parabrezza.

    Uno sguardo ai consumi della Dacia Duster 2018. I dati dei test di omologazione danno da 4,4 a 4,8 l/100 Km nel ciclo urbano, da 4,4 a 4,7 nel ciclo extraurbano e da 4,4 a 4,7 nel ciclo misto.

    DACIA DUSTER 2018, PROVA SU STRADA

    Dacia Duster 2018

    Abbiamo effettuato la nostra prova su strada della Dacia Duster 2018 sulla versione diesel dCi 110 4×2 con cambio automatico EDC, oltre ad un percorso specifico in fuoristrada sulla 4×4. Le sospensioni sono molto morbide, una scelta saggia, poiché permette di viaggiare in ampio comfort sulle strade ordinarie e torna estremamente utile quando si va in offroad. Nella guida normale cittadina, extraurbana ed autostradale si sta comodi, il rumore è veramente contenuto, rispetto alla serie precedente, e le asperità della strada non si avvertono. E’ sorprendente la sicurezza di marcia quando si spinge un po’; sebbene non sia questo l’uso tipico di tale veicolo, è positivo sapere che tenuta di strada e freni assecondano bene tutte le esigenze, sempre con l’elettronica ad intervenire prontamente quando si chiede troppo. Il motore diesel 1.5 dCi Renault non lo scopriamo certo noi oggi, una garanzia in ogni situazione. E la coppia di 260 Newton metri, disponibile da 1.750 giri, aiuta parecchio.

    La Dacia Duster 2018 è anche un eccellente veicolo per la guida in fuoristrada. Già la 4×2 permette di arrivare più o meno dappertutto. Ma la versione a trazione integrale si è evoluta al punto da consentire a questo modello, formalmente un SUV low cost, di rivaleggiare con veicoli molto più rinomati e infinitamente più costosi. Nel percorso di prova offroad questa Duster ha superato brillantemente le tipiche rampe artificiali con un filo di gas (e il notevole aiuto della Multivew camera per mettere le ruote al posto giusto), inclinazioni laterali del 29° senza colpo ferire, discese a strapiombo sullo sterrato con la sicurezza di uno stambecco, grazie al controllo automatico della discesa. Decisamente convincente.

    DACIA DUSTER 2018, PREZZI DI LISTINO

    I prezzi del SUV Dacia Duster 2018 non sono ancora stati comunicati, si deve attendere l’arrivo nei concessionari, a gennaio. E’ stato comunque annunciato che non ci sarà uno scostamento significativo rispetto alla generazione attuale, in cui le versioni col motore SCe a benzina vanno da 11.900 a 16.200 euro, quelle a GPL da 13.100 a 15.500 euro e quelle col diesel vanno da 14.100 a 19.100 euro.