Dacia Logan 2013: caratteristiche e motori della tre volumi rumena [FOTO e VIDEO]

Dacia Logan 2013: caratteristiche e motori della tre volumi rumena [FOTO e VIDEO]
  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Dacia Logan 2013, foto ufficiali

Sono passati ben otto anni da quando la Renault ha in un certo senso reinventato il brand Dacia: infatti la prima Logan è stata lanciata sul mercato nel 2004 e da allora la casa romena ha visto un’importante crescita delle percentuali di vendita fino ad oggi. Per proseguire questo trend positivo adesso vengono lanciati sul mercato due nuovi modelli cruciali: le nuove generazioni di Dacia Logan 2013 e Dacia Sandero 2013, entrambe esposte alla scorsa edizione del Salone di Parigi 2012. I segreti del successo del marchio Dacia sono stati il prezzo estremamente competitivo, ma anche un design sobrio e robusto che si è ben definito specialmente negli ultimi modelli. Infatti la nuova Dacia Logan seguirà il più recente corso stilistico, confermandosi quindi più accattivante della precedente serie a livello di design. Insomma sono queste le caratteristiche su cui punterà la casa del gruppo Renault per cercare di replicare sul successo del vecchio modello: pensate che sono state vendute ben 1.1 milioni di Logan a marchio Dacia ed un milione con il logo Renault, a seconda dei mercati.

  • davanti
  • vista anteriore
  • da dietro
  • dietro

Interni e design

Dacia Logan al Salone di Parigi 2012

  • Dacia Logan 2013 al Salone di Parigi 2012
  • Dacia Logan 2013 bagagliaio
  • Dacia Logan 2013 fanale posteriore
  • Dacia Logan 2013 faro fendinebbia
  • Dacia Logan 2013 gruppo ottico

Sia dalle foto ufficiali che vi proponiamo nella prima galleria fotografica che in quelle nella galleria qui sopra provenienti dallo stand Dacia presente al Salone di Parigi 2012, si nota un gran passo in avanti in termini stilistici, è evidente questo: lo stile, seppur semplice e razionale, è molto più moderno e piacevole. Il frontale ha adesso dei gruppi ottici squadrati simili a quelli della sport utility Duster, raccordati tra loro da un’ampia mascherina. Anche il posteriore si fa più elaborato, specialmente per quanto riguarda la geometria interna dei gruppi ottici e le nervature sul cofano.

Gli interni della nuova Dacia Logan 2013, invece, ricalcano da vicino quelli della monovolume Dacia Lodgy, con uno stile sobrio e razionale, senza particolari fronzoli. La qualità dovrebbe rimanere abbastanza bassa, però questo sarà compensato da un prezzo di listino da vera low cost. La dotazione di accessori sarà ampliata: infatti dalle foto ufficiali possiamo intravedere anche il nuovo sistema multimediale con schermo dotato di tecnologia touch screen che fa bella mostra di sè al centro della plancia.

Motorizzazioni

Anche i motori saranno aggiornati e saranno condivisi con la sorella minore Sandero. In particolare la gamma ruoterà attorno a tre motori, due benzina ed un diesel. I primi sono un 1.2 16V da 75 cavalli aspirato ed un 0.9 litri sovralimentato da 90 cavalli. Il turbodiesel è il solito 1.5 litri dCi proposto con potenze di 75 e 90 cavalli. In seguito ci sarà anche la versione a GPL del 1.2 benzina.

518

Vedi anche:

Peugeot Exalt al Salone di Pechino

Guarda il video della nuova Peugeot Exalt, la nuova elegante coupé che verrà svelata per la prima volta dal vivo al prossimo salone dell'auto di Pechino. Siamo di fronte ad un bellissimo concept, che riprende in diversi dettagli quello famoso della casa del Leone di nome Onyx di qualche tempo fa.

FacebookTwitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 29/01/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Luigi 7 febbraio 2013 13:34

Bene, vedo che Dacia ha migliorato parecchio il suo “brutto anatroccolo”.

Rispondi Segnala abuso
Simone Babetto
Simone Babetto 7 febbraio 2013 17:51

Se le tre volumi fossero maggiormente apprezzate anche in Italia non desterebbe un cattivo successo visto il buon rapporto qualità/prezzo.

Rispondi Segnala abuso
Seguici