Dacia Sandero Stepway 2013, prova su strada [FOTO e VIDEO]

Dacia Sandero Stepway 2013, prova su strada [FOTO e VIDEO]

Dacia Sandero Stepway: prezzi e dimensioni

Dimensioni da utilitaria spaziosa, un bel bagagliaio, look da crossover e prezzi onesti. E’ la Dacia Sandero Stepway, alternativa di punta alla “solita” Sandero. Può trarre in inganno l’aspetto, perché protezioni laterali, barre portatutto e cerchi in lega tradiscono un’essenza da crossover che in realtà non appartiene alla Stepway. Meccanica immutata rispetto all’utilitaria dal design classico, le aggiunte servono esclusivamente per darsi delle arie. Poi, c’è la sostanza di un motore turbodiesel 1.5 litri 90 cavalli forse non nuovissimo ma certamente parco come pochi altri: si accontenta di appena 4 litri/100 km nel ciclo misto, garantendo comunque una buona coppia 220 Nm e prestazioni dignitose (167 orari e 11”8 per passare da zero a cento), in alternativa il moderno turbo benzina Tce 900 cc e 90 cavalli. Con appena 10.250 euro si accede all’allestimento d’ingresso, mentre la Prestige top di gamma 1.5 dCi parte da 13.200 euro.

FacebookTwitter

Questa settimana abbiamo effettuato la prova su strada della nuova Dacia Sandero Stepway. Ha contaminato il mondo dell’automobile a macchia d’olio, il look da crossover. La Stepway della nostra prova su strada non è riuscita a evitare un trattamento obbligato, che la rende senza dubbiopiacevole nello stile. Ma come spesso accade con le trasformazioni, è un’apparenza che inganna (e parecchio). Una bella segmento B dalla posizione di guida rialzata, con le protezioni paracolpi disseminate sulla carrozzeria, nemmeno fosse una trazione integrale da maltrattare sui passaggi più ardui. Così ti aspetteresti una 4×4, supportato da quell’altezza da terra di ben 20 centimetri. Invece, l’occhio poco attento viene prontamente smentito.

Protezioni che regalano personalità, merito della plastica dal color simil-alluminio per la finta slitta sul paraurti e gli alloggiamenti dei fendinebbia, ma niente più; le barre portatutto longitudinali, e il paraurti posteriore sagomato con tratti morbidi e avvolgenti completano la caratterizzazione della Stepway rispetto alla Sandero tradizionale.

Dacia Sandero Stepway 2013

  • Dacia Sandero Stepway 2013
  • anteriore
  • barre sul tetto
  • baule

La nuova Dacia Sandero beneficia appieno del new look introdotto lo scorso anno, fatto di un frontale a sviluppo orizzontale, dove gruppi ottici e calandra stanno su uno stesso piano, con linee semplici, geometriche, ben integrate nel complesso. La Stepway ci mette del suo con i ritocchi già elencati e loghi disseminati qua e là su carrozzeria e abitacolo. Tanta sostanza, insomma, merito anche di due motorizzazioni adeguate, a partire dal turbo benzina 900 cc capace di 90 cavalli e 135 Nm di coppia massima. Un tre cilindri preso in prestito direttamente dalla nuova Clio, affiancato da un altro pezzo da… Novanta (cavalli). Il turbodiesel quattro cilindri 1.5 litri dCi protagonista del test drive non è quel che si può definire l’ultimo prodotto della tecnica motoristica, essendo sul campo già da un po’. Non significa, tuttavia, che l’otto valvole non abbia delle valide carte da giocare.

scheda tecnica Dacia Sandero Stepway

Una su tutte? I consumi, dichiarati in appena 4 litri/100 km nel ciclo misto. La quantità di coppia poi è adeguata, con 220 Nm a 1750 giri/min.

Automobili razionali, che badano al sodo le Dacia. Chi cerca plastiche curate, forme ricercate, probabilmente resterà deluso dalla concretezza romena. Poi c’è chi vuole un’auto dai bassi consumi, un aspetto piacevole all’esterno e listini bassi bassi: la Sandero Stepway centra l’obiettivo, perché con 13.100 euro si porta a casa un diesel in allestimento top di gamma (Prestige) completo di cerchi in lega da 16 pollici, vernice metallizzata, cruise control, sedili regolabili in altezza e il Media NAV, sistema di infotainment con tanto di navigatore satellitare.

Dimensioni

Dacia Sandero Stepway, dimensioni

Per quanto riguarda le dimensioni, la Dacia Sandero Stepway raggiunge i 4 metri e 8 centimetri di lunghezza la Stepway, incrementando di 2 centimetri il dato della berlina tradizionale. Invariata, invece, la larghezza, con 173 centimetri, mentre l’altezza passa al metro e 62 (+10 cm). Dieci centimetri extra che vanno in gran parte ad aumentare la luce tra scocca e terreno, unico intervento che può permettere con ragionevole accortezza di affrontare brevi tratti sterrati e non dissestati.

Motorizzazioni

Dacia Sandero Stepway, motori

La scelta del motore da mettere sotto il cofano della Stepway è questione di terreno d’uso. Entrambi hanno buone carte da giocare, sia il turbo benzina 3 cilindri 900cc da 90 cavalli che il pari potenza turbodiesel 1.5 dCi. Quest’ultimo per chi vuole viaggiare a lungo raggio, senza il frullare del 3 cilindri agli alti regimi nelle andature autostradali; il turbo benzina per una maggior regolarità nell’erogazione, per avere un propulsore moderno, dalla buona quantità di coppia (pari a un millequattro aspirato; ndr). Le prestazioni sono praticamente fotocopiate: 168 orari di velocità massima e 11″1 in accelerazione nello 0-100 per la Stepway 900 Tce; 167 e 11″8 la Stepway dCi 90.
Questione di utilizzo (ed economica), visti i 2000 euro tondi tondi che separano le due versioni. Per ammortizzarli interamente servono tanti chilometri, forse più di quanti non ne faccia l’automobilista medio che acquista una segmento B di questo tipo.

Bagagliaio

Dacia Sandero Stepway, bagagliaio

Ecco una foto del bagagliaio della Sandero. Logica vorrebbe che essendo solamente un’interpretazione in stile crossover della tradizionale Dacia Sandero, il bagagliaio non risenta delle modifiche. Ma c’è qualcosa in realtà di diverso. Confermati i 320 litri di capacità in configurazione 5 posti, è la soglia di carico a risultare modificata, in ragione della maggiore altezza da terra. Si devono portare qualche centimetro più su le buste della spesa e le valigie.
Buona la regolarità d’accesso, mentre tradisce la natura low-cost l’assenza di rivestimento nella parte interna del portellone, al pari del bordo inferiore, in tinta carrozzeria.

Interni

Dacia sandero Stepway, interni

Parliamo degli interni. Entrando in auto si riscontra rispetto alla versione precedente molti cambiamenti: la tappezzeria è personalizzata con i loghi Stepway sugli schienali e una colorazione nera e grigia a contrasto. Sul cruscotto centrale due bocchette d’aria in stile retrò con sotto l’apparato multimediale LG con schermo touch screen da 7 pollici. Per quanto riguarda la navigazione, è dotato di una buona logica di funzionamento e facilità d’uso; buona la qualità della radio e della presa USB e aux così come quella del collegamento bluetooth con il cellulare. Se si alza il volume l’impianto audio dimostra i suoi limiti.
Sotto il display da 7″ ci sono i comandi dell’aria condizionata, i pulsanti che attivano gli alzacristalli elettrici anteriori, il cruise control e il tasto che blocca le portiere; i comandi sono semplici e intuitivi, un po’ poveri nell’estetica ma molto funzionali anche se raggiungibili con difficoltà se si sta guidando; i comandi dei cristalli posteriori si trovano dietro al freno per i passeggeri posteriori. Il volante a tre razze, sul piantone dello sterzo, sulla destra, si trova un satellite per i comandi audio della radio e del telefono. Il posto di guida e’ regolare e confortevole e grazie alle ampie regolazioni del sedile si può quasi sempre trovare la migliore posizione di guida. Le plastiche sono di discreta qualità e giustificano e permettono un prezzo d’acquisto cosi’ aggressivo.

Prova su strada

Dacia Sandero Stepway, test drive

Su strada il servosterzo rende il volante leggero e il cambio è morbido da azionare e la frizione molto modulabile. A basse andature si viaggia in grande comfort, si manovra facilmente grazie all’ampiezza dei finestrini, alla posizione di guida rialzata. Questo assetto morbido rende l’auto un po’ lenta tra i tornanti anche se mantiene un certo sprint a bassi regimi dove abbiamo percepito un interessante spunto. In modalità ECO, attivabile con pulsante, si ha un risparmio di carburante, a scapito però di una minore spinta del motore. Noi abbiamo calcolato rispetto ai 12km con 1 litro dichiarati, 11km di media in autostrada e 11,6 di media in città. Per quanto riguarda la rumorosità dell’abitacolo le sospensioni rialzate (rispetto alla versione precedente) assorbono meglio le imperfezioni dell’asfalto anche se portando l’auto al limite si avverte un po’ di fruscii di fondo ma sempre entro livelli accettabili.
In città si muove in modo agile e scattante grazie allo spunto ai bassi regimi mantenendo i consumi molto bassi, su strade non asfaltate (visto la natura rurale del veicolo) si apprezza l’altezza da terra maggiorata, la taratura delle sospensioni dedicata e i pneumatici M+S, peccato la mancanza della trazione integrale.
Per quanto riguarda la sicurezza, ABS, controllo di stabilità e trazione non disinseribile, due airbag frontali e due laterali.

Dacia Sandero Stepway, prova

In conclusione un’auto che ci è piaciuta considerando il rapporto qualità-prezzo e il potere economico e le esigenze delle famiglie. Un ottimo low-cost che ha risparmiato nell’utilizzo di tecnologie costruttive e di plastiche non all’avanguardia e nella ricerca della sostanza più che dell’apparenza.

Listino prezzi

Dacia sandero Stepway, prezzi

Di seguito i prezzi del veicolo. Quattro versioni, due motori. La Dacia Sandero Stepway della nostra prova su strada era in allestimento Prestige, il più ricco disponibile. Optional esclusi (come gli interni in pelle) si parte da 13.100 euro. Più abbordabile, invece, la 1.5 dCi “base”, con un prezzo di 11.650 euro.
Il compromesso ideale sembra essere la Stepway Tce 90 Prestige, a 11.600 euro mentre la versione d’ingresso con motore turbo benzina è posizionata a 10.150 euro.

Dacia Sandero Stepway, prova su strada

  • Dacia Sandero Stepway, test drive
  • motore
  • Dacia Sandero Stepway 1.5 dCi 90 cv
  • Dacia Sandero Stepway bagagliaio
  • ruota di scorta

Pro e Contro

Pro:
Prezzo, consumi buoni, buono spunto ai bassi regimi, ottimo rapporto qualità prezzo
Contro
Ergonomia tasti centrali in basso, lenta tra le curve, risposta sterzo un po’ lenta e imprecisa (anticipare prima le traiettorie), mancanza trazione integrale

Dacia Sandero Stepway, conclusioni

1654

Segui AllaGuida

Ven 31/05/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici