NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dacia Sandero Stepway 2017 GPL: prova su strada, prezzo e interni [FOTO]

Dacia Sandero Stepway 2017 GPL: prova su strada, prezzo e interni [FOTO]

Con il motore 0.9 TCe GPL da 90 cavalli ecco le nostre prime impressioni di guida della Dacia Sandero Stepway 2017, corredata da prezzi e interni.

da in Auto 2017, Auto GPL, Auto nuove, Dacia, Dacia Sandero, Dacia Sandero Stepway, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento: Sabato 14/01/2017 06:59

    Nuova prova su strada di AllaGuida.it: parliamo della Dacia Sandero Stepway 2017 GPL. Dopo aver lanciato non molto tempo fa la nuova Dacia Sandero, modello che rispetto al passato si lascia apprezzare per una serie di modifiche estetiche che non snaturano la concezione alla base dello sviluppo di quest’auto, il brand gestito da Renault ci ha lasciato provare la versione dal carattere più off road. Abbiamo così avuto il primo contatto con la Dacia Sandero Stepway in versione 2017.

    Dacia Sandero Stepway badge

    Come già detto la nuova Dacia Sandero Stepway 2017 non rivoluzione l’estetica del modello che sostituisce, così da non disorientare i tanti acquirenti che scelgono di dotarsene: circa il 40.5% di tutte le vendite Dacia – oltre 280.000 in 10 anni in Italia, con oltre 52.000 solo lo scorso anno – sono costituite dalla Sandero, mentre di queste ben il 70% sono vendute proprio con l’allestimento Stepway. Oltre all’assetto rialzato, ben visibile osservando i passaruota, gli stop posteriori hanno guadagnato una forma interna con quattro quadrati separati, che però non sono illuminati da LED singoli ma da una sola lampada ad incandescenza posizionata al centro. Anche la calandra anteriore con il profilo cromato è tipica di questa nuova versione, così come i fascioni neri a profilo di tutta la carrozzeria, le barre grigio satinate sul tetto ed i paracolpi sotto ai paraurti anteriore e posteriore sono un must di tutte le Stepway. Senza ombra di dubbio uno degli upgrade che più potranno apprezzare i clienti Dacia, e che a dirla tutta profumano di una tecnologia al passo con i tempi che corrono, è la nuova firma luminosa dei gruppi ottici anteriori, che hanno le luci di posizione composte da quattro LED bianchi sovrapposti.

    Dacia Sandero Stepway volante

    Una delle domande che si pone un qualsiasi automobilista prima di avvicinarsi ad una Dacia è, probabilmente, che dotazione possa mai avere considerando la fascia di prezzo. La nuova Dacia Sandero Stepway, da buon allestimento particolare che si rispetti, ha qualche personalizzazione in più già di base, come il volante a quattro razze in materiale soft-touch, con tanti di badge “Stepway” in basso. Arrivano anche dei sedili bicolor bianco/nero con trama 3D, appannaggio esclusivo di questa versione, che richiamano in parte quella che è la fantasia degli inserti: seppur con diversi colori le maniglie e la copertura centrale della plancia hanno un rivestimento che ricorda un po’ il carbonio, anche se ad un occhio più attento la trama non è a quadratini ma a stelle. Dietro al volante la strumentazione è sempre essenziale e completamente analogica, per gli amanti delle lancette che salgono in modo fisico, mentre il sistema infotainment ha tutto ciò che si potrebbe chiedere ad un’auto in questo periodo storico: collegamento bluetooth con il telefono, navigatore, multimedialità varia, radio e mappe GPS.

    Dacia Sandero Stepway dall'alto

    Prendi la nuova Dacia Sandero Stepway 2017 con il motore 0.9 litri, da 90 cavalli e 140 Nm di coppia, alimentato a GPL e comincia a girovagare per le strade di Napoli, location scelta da Dacia Italia per il test stampa. Come potrebbe andare? La Sandero è una di quelle auto che potremmo definire estremamente razionali, perchè non fa nè più nè meno di quello per il quale è stata esattamente progettata, oltre a soddisfare quella clientela alla quale serve un mezzo di trasporto urbano giornaliero, adatto a fare la spesa, accompagnare i figli a scuola o per fare qualche viaggio di tanto in tanto. Con 140 Nm di coppia il motore non ti attacca al sedile nemmeno quando schiacci l’acceleratore a fondo, ma dalla sua parte ha una regolarità di funzionamento interessante e dei consumi ottimizzati grazie ad un comparto aspirazione migliorato. Con la funziona Start&Stop ed il pedale della frizione sufficientemente leggero, poi, non teme nemmeno il traffico giornaliero dell’ora di punta, tipo al mattino presto quando uno dei genitori da uno “strappo” alla prole a scuola prima di andare al lavoro. L’abbinamento con il cambio manuale a 5 marce sembra una sorta di scontatezza, con una leva molto lunga che favorisce, in modo puramente fisico, l’innesto della marcia precedente o di quella successiva. Certo non è un cambio dalla precisione di una supercar di qualche anno fa (ah, quando montavano ancora il manuale…), ma non è assolutamente interesse di Dacia questo genere di ricercatezza che farebbe aumentare inutilmente il prezzo di acquisto.

    Ad ogni modo sorvegliato speciale, motore a parte, è l’assetto, poichè rialzato nella versione Stepway rispetto alla Sandero classica. Poche vibrazioni si percepiscono al posto di guida nonostante siamo andati a cercare proprio quelle strade conciate peggio, così come anche in caso di sconnessioni importanti la risposta è lineare e non con un colpo secco, che potrebbe danneggiare anche i cerchioni.

    Dacia Sandero Stepway, che rispetto alla generazione precedente riesce a fregiarsi anche di optional più importanti come la retrocamera di parcheggio, parte da un prezzo di acquisto di 12.450 euro, che salgono a poco più di 13.000 euro nella versione che abbiamo provato (retrocamera inclusa…).

    1011

    PIÙ POPOLARI