Dacia Steppe: altre immagini

Dunque la versatilità in ogni aspetto della Dacia Steppe è sempre assicurata, così come di sicuro interesse saranno i motori di cui si avvarrà la vettura, il noto 1

da , il

    Dacia Steppe

    Fino a poco tempo fa auto low cost era sinonimo di berlina realizzata con sistemi atti ad eliminare sicuramente gli sprechi e puntare all?essenziale anche grazie ai prezzi quanto mai stracciati.

    Da un po? di tempo in qua invece, auto low cost corrisponde ad auto appartenenti a segmenti diversi, come ci ha insegnato recentemente la Dacia Sandero e come potrebbe continuare anche a fare la Dacia Steppe.

    Parliamo del primo Suv marchiato Dacia proposto ad un prezzo stracciatissimo, intorno ai 10 mila euro e derivato dalla Dacia Logan MCV, sia pure con il pianale opportunamente ridotto nella lunghezza. La Dacia Steppe avrà la trazione anteriore e, a scelta, 4X4, la vettura potrà ospitare sia cinque che sette persone agendo sui sedili pur conservando un vano di carico sempre adeguato.

    Dacia Steppe

    Dunque la versatilità in ogni aspetto della Dacia Steppe è sempre assicurata, così come di sicuro interesse saranno i motori di cui si avvarrà la vettura, il noto 1.500 dci realizzato da Renault e presente in tante vetture Dacia ed il 1.600 cc. di cilindrata benzina da 87 fino a 104 cavalli.

    Nessun riferimento o paragone, sia chiaro, con la Nissan Qashqai, ma perché allora la stiamo citando? Perché la trazione della Dacia Steppe sarà la stessa applicata al Suv della Nissan, appunto la Qashqai.

    La Dacia Steppe farà il suo ingresso nel circuito commerciale a partire dal prossimo anno.

    Foto tratta da: Autoggi