Daihatsu Copen, l’aperta divertente come un…. cartoon

da , il

    Daihatsu Copen, l’aperta divertente come un…. cartoon

    Siamo quasi in estate e, con la bella stagione, quale miglior occasione che viaggiare con una cabrio?..

    E, parlando di questo tipo di vetture, il pensiero va ad una piccola, divertente e caratteristica auto come la Daihatsu Copen. A guardarla sembra più uscita da un fumetto che da una concessionaria d?auto, ma forse la sua forza sta proprio in questo, in quell?immagine allegra e soave che trasmette, pur avendo in sé un temperamento sportivo, ma all?occorrenza, la Copen, con tetto chiuso, sa anche essere una moderna coupè 2 posti, pur se con scarsa abitabilità e limitato confort complessivo, mentre, grazie ad ingombri contenuti, meno di 3 metri e mezzo di lunghezza, ne fanno una vettura adatta anche per la città.

    Tuttavia la Copen è un?orientale che non s?è adattata al nostro modo di guidare e intendere i viaggi, lo si vede dall?assetto di guida un po? dissassato e con volante e altezza del sedile slivellati. Comoda la soluzione di apertura del tetto, interamente automatica con sblocco manuale che ?apre? la Copen in 24 secondi. Il bagagliaio è capiente solo a vettura chiusa, perché quando è aperta il tetto riempie l?intero piano di carico a scapito di bagagli e valigie in genere.

    Buono il propulsore di 1.300 cc. di cilindrata da 87 cavalli di potenza che, oltretutto, si avvantaggia del basso peso complessivo dell?auto, appena 850 chilogrammi e, pur non offrendo particolari spunti prestazionali riesce ad essere discretamente brioso e capace di raggiungere i 180 orari e con bassi consumi, se si pensi che la Copen, con 1 litro di benzina, percorre anche 20 chilometri.

    Elevati, invece, i prezzi, che superano i 18.500 euro per una vettura che, pur garantendo un?immagine dinamica e un po? scansonata, mostra presto i suoi limiti!