Daihatsu: richiamo per 600.000 auto

Daihatsu: richiamo per 600.000 auto

La Daihatsu, costruttore controllato da Toyota, ha richiamato quasi 600

da in Daihatsu, Daihatsu Cuore, Mondo auto, Richiami Auto
Ultimo aggiornamento:

    Daihatsu_move

    Sono quasi 600.000 le vetture in Giappone che la Daihatsu è costretta a richiamare. La casa giapponese, che fa capo alla Toyota, ha riscontrato un difetto ai fari posteriori che col passare del tempo perdono la loro efficacia creando confusione per gli altri automobilisti. I modelli interessati sono le Daihatsu Move 5 porte costruite nel quinquennio tra il 1995 e il 2000, nell’entità di 435.423 esemplari, e 145.769 Daihatsu Mira prodotte tra il 1998 e il 2000. Alle vetture coinvolte e richiamate la Daihatsu cambierà i componenti interni dei fari stessi, risolvendo così il problema.

    Un portavoce del costruttore di Osaka he comunicato anche la volontà di richiamare 22.000 esemplari della Daihatsu Cuore e di altri modelli venduti in Europa. Il difetto, banale ma potenzialmente pericoloso, è sempre lo stesso. Anche su queste vetture i componenti di plastica che ricoprono gli indicatori di direzione col passare del tempo perderebbero la classica colorazione arancione, diventando più scuri e ostruendo così il passaggio della luce della lampadina lampeggiante.

    Daihatsu_cuore

    Per la Toyota, azionista di maggioranza della Daihatsu, è un nuovo grattacapo con cui fare i conti.

    Anche se si tratta di vetture più anziane, questo richiamo va ad aggiungersi agli innumerevoli altri che hanno reso negli ultimi mesi la Toyota protagonista in negativo del mondo automobilistico. Col richiamo di queste altre 600.000 auto, secondo le stime, la casa giapponese ha fatto rientrare un totale di 12,3 milioni di vetture nel corso del 2010, e di queste circa 10,5 milioni negli Stati Uniti.

    309

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DaihatsuDaihatsu CuoreMondo autoRichiami Auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI