Dakar 2017: a Oruro vince Loeb, Peterhansel leader della generale [FOTO]

Giornata difficile per il maltempo e l'impegnativa navigazione, Despres apripista limita i danni

da , il

    Il maltempo accompagna la Dakar 2017 nella sua prima tappa interamente in territorio boliviano. Da Tupiza a Oruro si sta sempre in quota, oltre i 4.000, dove la carovana trova pioggia, grandine e ghiaccio. Impossibile coprire il programma previsto, solo 219 km contro il tempo, anziché i 416 programmati. Dopo il primo punto di neutralizzazione, a Oruro si arriva in trasferimento a causa del percorso impraticabile.

    La tracciatura di Marc Coma presenta difficoltà importanti, anzitutto sul fronte della navigazione. Tantissimi piloti, in tutte le categorie, si sono persi e hanno lasciato molti minuti sul terreno. Cyril Despres, vincitore dellla quarta frazione, ha avuto il compito ingrato di fare da apripista, incorrendo in qualche difficoltà di orientamento che, tuttavia, non lo ha attardato particolarmente. Rimedierà sì 10 minuti al termine della giornata, ma è nulla se confrontato con i ritardi dalla mezz’ora ai 40 minuti pagati da De Villier, Hirvonen o anche Barreda e Walkner tra le moto. Loeb e Peterhansel completano la pattuglia Peugeot 3008 DKR in testa alla graduatoria. Vince Sebastien la prova speciale, 44″ davanti a Nani Roma, poi Stephane a 1’31″: nella generale c’è Peterhansel davanti, Despres ottimo terzo.

    Il maltempo potrebbe condizionare anche la sesta tappa, da Oruro a La Paz, con gli organizatori a valutare un possibile accorciamento del percorso. Giunti nella capitale boliviana, domenica giorno di riposo e occasione per tirare il fiato dopo una settimana di Dakar intensissima, ricca di colpi di scena e avvincente.

    Auto

    1. Peterhansel-Cottrer (Peugeot)

    2. Loeb-Elena (Peugeot) +1’09”

    3. Despres-Castera (Peugeot) +4’54”

    4. Roma-Haro (Toyota) +5’35”

    5. Hirvonen-Perin (MINI) +42’41”