Dakar 2017, Peugeot va al comando della classsifica con Loeb [FOTO]

Dakar 2017, Peugeot va al comando della classsifica con Loeb [FOTO]

L'equipaggio Loeb-Elena precede Al-Attiyah-Baumel a San Miguel de Tucuman

da in Dakar

    Una frazione in stile “WRC”, la seconda della Dakar 2017. Da Resistencia a San Miguel de Tucuman, oltre 800 km nella regione piatta del Chaco, dove la navigazione ancora non è importante e conta affrontare i tratti veloci. Sui 275 km contro il tempo, Sebastien Loeb stacca il vincitore della frazione inaugurale, Nasser Al-Attiyah, e va al comando della generale. Tanta strada ancora davanti, le insidie più temibili della Dakar devono arrivare, ma la posizione dalla quale affrontarle è la migliore.

    Bene anche Carlos Sainz, terzo al traguardo, con 2’18″ da Loeb e nella medesima posizione nella classifica generale, a 1’56″ dal compagno di scuderia. Più indietro Peterhansel e Despres, settimo e dodicesimo, in attesa che altre tappe consentano di mettersi in luce e riportarsi nelle posizioni di testa. Da segnalare, oltre alla posizione di partenza non favorevole di Peterhansel, la rottura dell’antenna del Sentinel sulla Peugeot 3008 DKR di Despres, sistema di sicurezza che dal 2005 avvisa i concorrenti quando si trovano un altro veicolo vicino, a 200 metri di distanza, o di incidenti sul percorso, importante su quei percorsi particolarmente polverosi e veloci com’era la Resistencia-San Miguel de Tucuman.

    La terza frazione, da San Miguel de Tucuman a Salvador de Jujui porterà le Peugeot 3008 DKR in quota, fino a 5.000 metri e con un percorso che metterà alla prova la navigazione.

    Sebastien Loeb, al termine della tappa conclusa vittoriosamente, ha commentato: «E’ chiaro che mi piace essere in questa posizione ma è ancora una fase iniziale del rally. La tappa odierna era molto molto veloce, piuttosto insolita. Spero di continuare domani con lo stesso ritmo. Abbiamo corso una speciale senza errori, era la cosa che contava maggiormente. Daniel (Elena; ndr) ha imparato molto negli ultimi 12 mesi e dovremo fare un buon lavoro sulla navigazione, sarà in grado di farlo».

    1. Loeb-Elena (Peugeot)

    2. Al-Attiyah-Baumel (Toyota) +28″

    3. Sainz-Cruz (Peugeot) +1’56″

    4. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) +2’05″

    5. Roma-Haro (Toyota) +2’56″

    7. Peterhansel-Cottret (Peugeot) +7’26″

    11. Despres-Castera (Peugeot) +10’45″

    355

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Dakar
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI