De Tomaso, la UE blocca i nuovi finanziamenti

La De Tomaso è stata bloccata dalla UE per il finanziamento che riguarda la formazione di 900 nuovi lavoratori

da , il

    De tomaso UE bloccata

    La De Tomaso è stata bloccata dall’Unione Europea. La storica marca italiana stava per tornare alla grande sulla scena internazionale, invece, con un provvedimento, la Commissione Europea non ha concesso i finanziamenti. Questi sarebbero serviti per la realizzazione di un impianto nell’ex stabilimento della Pininfarina a Grugliasco. I progetti della De Tomaso sono ambiziosi: un nuovo Suv in cantiere, un’auto sportiva compatta e tante altre idee da mettere nero su bianco. Tuttavia, la UE non ha voluto concedere il nulla ostaper i finanziamenti che dovevano servire per avviare i corsi di formazione per 900 lavoratori. Il fatto potrebbe avere la conseguenza di ritardare l’avvio del piano industriale. È stata già affrontata la questione fra azienda e sindacati. Tutti insieme hanno preso parte all’incontro organizzato con i delegati della UE, coi quali è stato intavolato un confronto sui quesiti che erano stati posti sul piatto della bilancia dalla Commissione Europea.

    Le risposte sono state definite soddisfacenti ma sarà necessario un nuovo incontro per approfondire i nuovi dati a disposizione. Insomma, tutti insieme stanno lavorando per il superamento del problema finanziario e per consentire lo svolgimento dei corsi di formazione, per le maestranze italiane. Nel frattempo, si stanno portando a termine le produzioni delle ultime autovetture della Pininfarina, per i lavoratori di San Giorgio.

    Bisogna dire che un ritardo nella partenza dei corsi di formazione potrebbe causare un periodo di cassa integrazione per gli operai. Questi ultimi, infatti, si dicono molto preoccupati e sperano in uno sblocco della decisione europea. Nei prossimi giorni, forse ai primi di novembre, i sindacati chiederanno conto alla Regione, per tutti gli impegni presi in precedenza.