Devel Sixteen 5.000 CV: supercar che fa i 560 km/h e 0-100 in 1,8 s! [FOTO e VIDEO]

La Devel Sixteen, esposta al Salone di Dubai 2013, monta un potentissimo motore V16 da 5

da , il

    In questi giorni si sta svolgendo il Salone di Dubai 2013. In una terra in cui la ricchezza è all’ordine del giorno, è facile che si trovino esposte alla kermesse automobilistica vetture stravaganti e costosissime, capaci di essere sognate anche dal più ricco e capriccioso emiro. Tra queste ha attirato la nostra attenzione l’incredibile Devel Sixteen, una supercar – o per meglio dire hypercar – dalle prestazioni davvero incredibili, per non dire folli. Anche se dal punto di vista stilistico magari non sarà il massimo, dato che appare non proprio armoniosa e proporzionata, con uno stile che sembra rifarsi ad alcune concorrenti, la sua vera peculiarità si trova sotto alla carrozzeria. Montato in posizione centrale posteriore, infatti, troviamo un potentissimo motore V16, di cui purtroppo non conosciamo la cilindrata. Sono stati dichiarati, però, i numeri che questo motore è in grado di fare: le prestazioni sono qualcosa di allucinante.

    La Devel Sixteen, grazie al suo enorme propulsore, è capace di sviluppare una potenza massima di 5.000 cavalli, che sono in grado di farla accelerare da 0 a 100 km/h in 1,8 secondi (!) e di farle raggiungere la velocità massima di 560 km/h (!). Purtroppo non abbiamo molte informazioni sulla scheda tecnica della vettura, tanto da farci pensare che si tratti più di una vettura da vetrina, che una vera hypercar da usare tutti i giorni su strada. Magari se portata in pista esplode superati i 250 km/h…

    Tornando a noi, esteticamente appare visibilmente ispirata a vetture come la Pagani Zonda o la Lamborghini Veneno, con un frontale contraddistinto da gruppi ottici a sviluppo verticale e ed un musetto sottile che si protrae in avanti come elemento separato rispetto al resto della vettura. Guardandola di fianco, l’occhio cade immediatamente sulle enormi ruote, che devono scaricare a terra una potenza mostruosa, dotate di gomme dalla mescola morbidissima. Il posteriore ricorda un po’ un jet, con due enormi terminali di scarico e fanali sottilissimi.

    La casa ha commentato dicendo che questa vettura è “semplicemente oltre l’estremo”, “creata con la passione di fare di quest’auto una leggenda nella storia delle supercar”. Voi cosa ne dite?