NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dimmi di che colore hai l’auto e ti dirò chi sei!

Dimmi di che colore hai l’auto e ti dirò chi sei!
da in Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Lancia Ypsilon bicolore

    Nonostante al giorno d’oggi le Case si affrettano a proporci, al momento dell’acquisto di un’auto, una gamma infinita di colori per la nostra vettura, gli italiani si ostinano a scegliere sempre più spesso il grigio, nelle sue diverse tonalità, metallizzato.

    Addirittura, su 100 auto vendute, 37 sono di questo colore e se consideriamo le diverse tinte dove il grigio predomina sul resto delle altre sfumature, diventano ben 60 su 100 le auto di questo colore. Lo ha verificato il Centro Studi Promoter, cosicché, se nel linguaggio comune, grigio, evoca tutt’altro che giocosità e spensieratezza, pensiamo ad “umor grigio, vita grigia, giornata grigia …. “ non è lo stesso in auto, almeno stando a questi risultati e alla constatazione del parco circolante per strada.

    Eppure, il colore grigio, da molti esperti, è ritenuto poco sicuro, per il fatto che, da lontano, d’estate, in un rettilineo si rischia di confondere il colore dell’auto con quello dell’asfalto, anche se su questo, v’è discordanza di pareri.

    Una cosa è certa, commercialmente parlando, il grigio è vincente, perché ci aiuta a vendere l’auto o a permutarla in caso di nuovo acquisto, inoltre, la neutralità della base di colore applicata con questa sfumatura, rende nitide le linee dell’auto e facilità anche le riparazioni in carrozzeria.

    Ma, a fianco a questo colore, negli ultimi tempi si stanno affacciando altre tonalità che sembrano aver preso il sopravvento, soprattutto le doppie tonalità, ovvero i bi-colori, tanto utilizzate ultimamente da Lancia per le sue vetture, una sorta di remake, visto che negli anni 50/60, Fiat e l’allora Lancia , erano aduse ad utilizzare queste tonalità.

    E sul colore, diciamo che hanno fondato la storia diverse Case automobilistiche, così, se il grigio, come abbiamo visto, è il colore più diffuso, il rosso di Ferrari ha caratterizzato la vita stessa delle supercar di Maranello, tanto da divenire sinonimo di auto uniche e affascinanti, insomma, tanto prestigioso, il rosso, da essere importato anche da Alfa Romeo, così come il più anonimo, fino a ieri, arancione, utilizzato sempre più da Lamborghini, alla stregua del nero divenuto un vero cult per queste prestigiosissime vetture.

    E se una volta un colore valeva l’altro nella scelta dell’auto, oltretutto la gamma di tonalità si contavano sulle dita di una sola mano, per ogni modello, la tecnologia moderna negli ultimi anni ha sviluppato una vera e propria scienza, quella dei colori, realizzando nuove tecniche, sempre più sofisticate per la realizzazione di diverse tonalità, dal metallizzato, al metallescente, al michelizzato e via dicendo, dove persino la moderna psicologia è giunta al punto di poter spiegare perché un’auto di un colore è più soggetta rispetto ad un’altra ad incorrere in un incidente specificando che nella scelta di una tonalità, l’acquirente predilige questo o quel colore in base al suo temperamento e allo stile di guida adottato.

    Insomma, è proprio vero, in ambito automobilistico, nei prossimi anni, ne vedremo davvero di tutti i colori.

    551

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo auto
    PIÙ POPOLARI