Dr 5: come va il simil fuoristrada italo-cinese

Dr 5: come va il simil fuoristrada italo-cinese
da in Auto Economiche, Dr Motor Company, Fuoristrada e SUV
Ultimo aggiornamento:

    Ci piacerebbe fare molto un Test Drive con la Dr 5, ma chissà se mai accadrà, intanto ci basiamo su ciò che andiamo apprendendo su quest’auto.

    La Low Cost italo-cinese del Dr De Risio, comincia timidamente a fare qualche sporadica comparsa sulle strade, costa poco, del resto, cominciarla ad acquistare non dovrebbe essere poi così difficile, anche se, a pensarci bene, tanto poco non costa la Dr5, se consideriamo che è un fuoristrada solo sulla carta.

    Le altre

    Diciamo che la concorrenza nei confronti della Dr 5 è benevola visto che solo la Suzuki SX4 1.600 a trazione anteriore costa meno 15.500 euro, la Dr 5 con motore 1.600 sfiora i 17.000 euro. Per il resto bisogna fare salti di un paio di migliaia di euro per volta per trovare le altre, 19.000 euro per la Fiat Sedici, 21.000 euro per la Nissan Qashqai e 22.000 per la Honda Tucson con motore di 2,0 litri di cilindrata, ma qui stiamo parlando di Suv a tutti gli effetti.

    Solo a trazione anteriore

    La Dr5 esiste solo con la trazione anteriore ma il prossimo mese di ottobre giungerà anche la 4×4. Il costo ridotto è dovuto al fatto che viene prodotta in Cina, in Molise si completa solamente, si assembla il motore si mette il cofano e si registrano gli sportelli.

    I motori di cui si avvale la Dr5 sono due, il primo di circa 1.600 cc. di cilindrata da 109 cavalli di potenza ed un 1.900 turbodiesel prodotto da Fiat che non fa di certo impazzire per prestazioni e, per altro, è anche rumoroso.

    Il 1.600 accelera da 0 a 100 orari in 14 secondi e raggiunge i 170 km/h di velocità massima e con 1 litro di benzina non percorre più di 10 chilometri; davvero poco.

    Dotazioni: buone quelle che ci sono ma ne mancano molte

    Costerà anche poco la Dr 5 e fino ad un certo punto ma ha anche davvero poche dotazioni, niente ESP, ad esempio neanche pagandola a parte; male, se si pensa che tale importante dispositivo sta entrando nella dotazione anche delle utilitarie. Per il resto nell’auto ritroviamo la vernice metallizzata, ha abitacolo comodo ma con finiture certo non di gran lusso e di qualità discreta, lo spazio è adeguato, complice anche un gioco di luci interno che lo magnifica al meglio e del tettuccio apribile che illumina gli interni. Ritroviamo anche delle interessanti chicche, a cominciare dai sedili in pelle di qualità non eccelsa visto che non fa traspirare la pelle e non trattiene bene in curva il passeggero e il conducente.

    Altra chicca la presa USB utile sicuramente ed il buon impianto radio/CD/MP3. Ben altra cosa per quanto riguarda la dotazione di sicurezza, oltre all’ESP manca la dotazione completa degli airbag, visto che ci sono solo i frontali.

    Manca la rete di vendita

    Fino adesso la DR5 si può trovarla solo al supermercato esempio seguito anche da altri concorrenti, visto che manca una rete ufficiale di vendita anche se la Casa sta provvedendo a rimediare a questo limite così come non ci pare sia stata molta pubblicità alla possibilità di poter godere dell’assistenza post-vendita.

    Insomma, costerà anche poco la Dr5, quasi 17.000 euro ma per farsi apprezzare dovrà ancora compiere un po’ di strada, ma i numeri ci sono, pero’!

    615

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto EconomicheDr Motor CompanyFuoristrada e SUV
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI