DS 4 Performance Line: prova su strada, prezzo e dimensioni [FOTO]

Prova su strada e prezzo della berlina compatta francese con motore 1.6 THP da 211 cavalli a benzina.

da , il

    Scopriamo come è andata nel nostro test drive la nuova DS4 Performance Line, corredata da prezzi e molto altro. Dal DS Store di Milano a Varese. Circa 65 chilometri di prova su strada a bordo della Nuova DS 4 nell’allestimento Performance Line, una variante che dà quel tocco di sportività che mancava ed altresì disponibile per tutta la gamma del brand francese.

    Ad equipaggiare la nostra DS4 Performance Line il motore a benzina però non più disponibile in listino: il 1.6 THP da 211 cavalli di potenza massima in abbinamento al cambio manuale a sei rapporti.

    Di serie c’è tutto ciò che si può pretendere da una vettura di questo segmento di mercato ma c’è ancora di più in questo allestimento che si colloca al vertice dell’offerta ed alla pari dello Sport Chic proponendo però inediti ed esclusivi accessori come cerchi in lega da 18 pollici laccati neri, badge sulla fiancata anteriore ed i colori Performance Line sulle calotte specchi, impunture degli interni e spoiler posteriore. Ma vediamo come si è comportata nella prova su strada la nostra DS4.

    Le caratteristiche del Performance Line

    L’inedito allestimento Performance Line è disponibile per tutta la gamma DS: DS 3, DS 3 Cabrio, DS 4 e DS 5 e a caratterizzarle e distinguerle ci pensa il look bicolor dato dal contrasto dei colori della carrozzeria col tetto nero. Sette colori per DS 3, sei per DS 4 e cinque per DS 5. A personalizzare tali modelli ci pensano dei cerchi in lega laccati neri da 17, 18 e 19 pollici rispettivamente per i tre modelli con tanto di logo DS su fondo carminio.

    Sono tre i colori alla base Performance Line: il Rosso Carminio a simboleggiare la Passione, il Bianco a conferire purezza ed il Gold simbolo della vittoria, del successo; troviamo questo tricolore sulle calotte dei retrovisori esterni, spoiler posteriore e cofano ed inoltre il badge specifico sulla parte anteriore della fiancata.

    Dentro l’esclusività non manca. Il rosso, il bianco e l’oro li ritroviamo nelle impunture del volante, della cuffia del cambio, pannelli porte e sulla palpebra del quadro strumenti. Il logo “Performance Line”, infine, lo troviamo ricamato pure nella parte superiore degli schienali anteriori in tonalità rossa.

    Come per le Sport Chic, anche le Performance Line prevedono la pedaliera in alluminio ed illuminazione interna a led e dettagli metallici per le finiture interne e battitacco.

    Insomma parlare di DS Performance Line significa esser innanzi a vetture dal pieno animo Gran Turismo e quasi su misura del cliente, pronte a far capire il suo appeal nel mondo dell’auto.

    L’allestimento Performance Line vuole essere nettamente trasversale ai modelli per la sua raffinatezza, eleganza e dinamismo con, appunto, lo spirito da Gran Turismo per un prodotto dinamico, esclusivo e soprattutto distintivo. Il brand DS spera in un successo almeno del 15% di vendite sulla gamma complessiva per questo equipaggiamento.

    Le dimensioni e la capacità di carico

    Spostiamoci ora nello specifico della nostra DS4 Performance Line. E’ la berlina media forse più originale nel panorama automobilistico data la sua carrozzeria da coupé, verve da sportiva e le cinque porte per essere adattabile anche alle famiglie. Si presenta così, con una lunghezza di 4 metri e 28 centimetri, 1 metro e 81 centimetri di larghezza ed un metro e 50 centimetri di altezza e quest’ultima aumenta di 4 centimetri nel momento in cui si parla della variante Crossback.

    Non cambia invece il bagagliaio: 385 litri in configurazione cinque posti e 1021 litri abbattendo gli schienali posteriori.

    Il completo listino motorizzazioni della DS 4

    La DS 4 è disponibile con due unità a benzina ed altrettante diesel. Nello specifico vediamo i 1.2 PureTech da 131 cavalli di potenza complessiva ed i 1.6 THP da 165 cavalli. Gli stessi motori sono disponibili anche per la versione Crossback.

    A gasolio, invece, ecco i 1.6 BlueHDi da 99 cavalli e 120 cavalli, altrimenti dei 2 litri sempre BlueHDi da 181 cavalli di potenza massima. Per DS 4 Crossback, invece, spiccano i 1.6 diesel da 120 cavalli ed i 2.0 da 181 cavalli.

    La prova su strada della 1.6 THP 211 cv

    E’ giunto il momento di cominciare la prova su strada della DS4 Performance Line. Saliamo a bordo della DS 4 spinta dal performante 1.6 THP da 211 cavalli di potenza (non più disponibile) ed ovviamente in allestimento Performance Line. Il suo prezzo era di 28.300 Euro: cara, non c’è che dire, ma sicuramente si viene appagati dal ricco equipaggiamento di serie che quasi di rado si trova in una vettura di questo segmento: un allestimento abbellito anche da tutte le caratteristiche by Performance Line.

    Il motore spinge davvero bene e lo fa sin dai più bassi regimi ed il cambio manuale a sei marce è non troppo morbido ma preciso con una corsa davvero breve per una spiccata guida sportiva, se vogliamo. I consumi, nel nostro viaggio da Milano a Varese, si sono dimostrati non troppo elevati: siamo stati attorno ai 15,8 chilometri con un litro (DS dichiara i 16,9 chilometri con un litro) considerando comunque un percorso misto e, nell’ultimo tratto, ricco di tornanti e curve che ci hanno emozionato alla guida di DS 4. Pecca un po’ lo sterzo che si è dimostrato non molto diretto ed impegnativo per una guida sportiveggiante così come il comfort viste le sospensioni rigide che non assorbono al meglio le asperità del manto stradale.

    Uno dei fiori all’occhiello? Sicuramente la sua ottima ed impeccabile tenuta di strada che difficilmente mette in difficoltà e dà la sensazione di essere a bordo di una vettura pienamente ancorata all’asfalto. Non da meno i sedili e gli inserti in pelle che conferiscono a DS 4 un’animo da piccola di lusso.

    Listino prezzi della DS 4

    Benzina:

    DS 4 1.2 PureTech 131 cavalli Start&Stop So Chic 23.900 Euro

    DS 4 1.2 PureTech 131 cavalli Start&Stop Sport Chic 26.200 Euro

    DS 4 1.2 PureTech 131 cavalli Start&Stop Performance Line 26.200 Euro

    DS 4 1.6 THP 165 cavalli Start&Stop So Chic EAT6 26.150 Euro

    DS 4 1.6 THP 165 cavalli Start&Stop Sport Chic EAT6 28.450 Euro

    DS 4 1.6 THP 165 cavalli Start&Stop Performance Line EAT6 28.450 Euro

    DS 4 1.6 THP 211 cavalli Start&Stop Performance Line 28.300 Euro (non più disponibile nel mercato)

    DS 4 Crossback 1.2 PureTech 131 cavalli Start&Stop So Chic 25.200 Euro

    DS 4 Crossback 1.2 PureTech 131 cavalli Start&Stop Sport Chic 27.500 Euro

    DS 4 Crossback 1.6 THP 165 cavalli Start&Stop So Chic EAT6 27.450 Euro

    DS 4 Crossback 1.6 THP 165 cavalli Start&Stop Sport Chic EAT6 29.750 Euro

    Diesel:

    DS 4 1.6 BlueHDi 99 cavalli So Chic 24.400 Euro

    DS 4 1.6 BlueHDi 99 cavalli Business 25.400 Euro

    DS 4 1.6 BlueHDi 120 cavalli So Chic 25.650 Euro

    DS 4 1.6 BlueHDi 120 cavalli Business 26.650 Euro

    DS 4 1.6 BlueHDi 120 cavalli Sport Chic 27.950 Euro

    DS 4 1.6 BlueHDi 120 cavalli Performance Line 27.950 Euro

    DS 4 2.0 BlueHDi 181 cavalli So Chic EAT6 30.150 Euro

    DS 4 2.0 BlueHDi 181 cavalli Sport Chic EAT6 32.450 Euro

    DS 4 2.0 BlueHDi 181 cavalli Performance Line EAT6 32.450 Euro

    DS 4 Crossback 2.0 BlueHDi 120 cavalli So Chic 26.950 Euro

    DS 4 Crossback 1.6 BlueHDi 120 cavalli Sport Chic 29.250 Euro

    DS 4 Crossback 2.0 BlueHDi 181 cavalli So Chic EAT6 31.450 Euro

    DS 4 Crossback 2.0 BlueHDi 181 cavalli Sport Chic EAT6 33.750 Euro

    Pregi e difetti della DS 4 Performance Line

    PRO:

    STILE. Con un’animo da sportiva abbellito da questo Performance Line ed interni curati in pelle, non passa inosservata.

    MOTORE. Il THP da 211 cavalli spinge bene sin dai bassi regimi ed a ragion del vero non consuma eccessivamente. Peccato non ci sia più in listino.

    STABILITA’. L’ancoraggio su strada è forse quello che di DS 4 viene apprezzato di più da chi guida e, forse, non ce lo si aspetterebbe.

    CONTRO:

    COMFORT. Ai passeggeri non è sicuramente gradito quell’assetto così rigido che non assorbe, come dovrebbe, le asperità dell’asfalto.

    STERZO. Non l’abbiamo trovato particolarmente preciso e diretto e questo ne va a discapito del suo animo da sportiva.

    VOLANTE. Per una guida più precisa e sportiva si sarebbe preferito un volante di diametro ridotto rispetto a quello di serie ed i comandi non sono subito intuibili.