NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ecopass Milano 2012, multe: chi deve pagare e quanto?

Ecopass Milano 2012, multe: chi deve pagare e quanto?

Dal 16 gennaio 2012 a Milano entreranno in vigore le nuove regole e i nuovi prezzi dell’Ecopass, che sono stati approvati dall’amministrazione comunale Pisapia

da in Blocco traffico
Ultimo aggiornamento:

    ecopass milano 2012 multe

    Dal 16 gennaio 2012 a Milano scatteranno le nuove regole e i nuovi prezzi dell’Ecopass Milano 2012, che sono stati approvati dall’amministrazione comunale Pisapia. Il pedaggio è stato introdotto nel 2008 dalla Giunta Moratti. Dopo aver visto quali sono tutte le cose che bisogna sapere in merito a questa tassa, ecco cosa rischia chi non rispetta le regole, quali sono le multe da pagare, come e quando.

    Ecopass Milano 2012. Di cosa si tratta
    Il nuovo Ecopass entrerà in vigore a partire dal 16 gennaio 2012 e rimarrà invariato per 18 mesi. L’orario sarà quello di sempre, quindi dalle 7.30 alle 19.30. I prezzi per gli automobilisti milanesi comportano un aumento delle tariffe, messo in atto per scoraggiare l’uso dell’automobile per recarsi in centro quando non è necessario ed aumentare in questo modo anche l’utilizzo dei mezzi pubblici. La tariffa di base per tutti gli automezzi autorizzati alla circolazione sarà di 5 euro, ma ci sono alcune categorie di mezzi che avranno diritto a sconti, servizi aggiuntivi o che sono totalmente escluse dal passaggio in centro.

    Ecopass Milano 2012, multe previste
    Il mancato pagamento dell’Ecopass Milano prevede per i trasgressori una sanzione amministrativa che varia a seconda delle situazioni, da 70 euro a 285 euro. Se si circola nella ZTL di Milano, ovvero in quella che è la Cerchia dei Bastioni, senza aver attivato l’Ecopass entro il giorno successivo all’ingresso, oppure se viene attivato un Ecopass con classe di inquinamento inferiore, si commette una violazione dell’articolo 7 comma 14 del Codice della Strada. La Polizia Locale di Milano notificherà per posta un verbale di accertamento pari alla cirfra della sanzione, a cui vanno poi aggiunte le spese di accertamento e notifica, che sono di 11 euro. La stessa sanzione è prevista anche in caso di violazione del divieto di accesso dei veicoli di lunghezza superiore ai 7 metri. L’automobilista ha a disposizione 60 giorni per pagare. In caso di pagamento in ritardo dell’Ecopass Milano, la cifra sarà maggiorata.

    Modelli auto e soggetti esenti da Ecopass
    Sono esentati dall’obbligo dell’Ecopass i veicoli di emergenza, i mezzi pubblici e privati degli operatori della Sanità e di pubblico interesse come Poste, AEM, ATM, i veicoli dei corpi di polizia, corpi consolari, le auto dei disabili, i taxi, i ciclomotori, i motocicli e i veicoli con targa rilasciata da paesi esteri in cui non è in vigore il sistema di classificazione della Categoria Euro. E’ stata introdotta anche la deroga al divieto di circolazione nell’area dei Bastioni per i veicoli merci Euro 3 a gasolio usati per servizi di pubblica utilità e per i bus turistici della stessa classe. Le auto a gas potranno continuare ad entrare gratuitamente a Milano anche dopo l’abolizione dell’Ecopass ed il passaggio alla congestion charge. Il provvedimento è valido per un anno, in seguito pagheranno anche le auto a metano e quelle a gpl. La deroga vale per quelle vetture che sono oggi catalogate come superecologiche. Oltre alle auto a gas, bifuel, quindi, anche le auto elettriche e ibride. Chi vive nell’Area C avrà 40 ingressi annui gratuiti e i successivi al prezzo scontato di 2 euro. Divieto totale d’accesso per i veicoli alimentati a benzina Pre Euro e a gasolio Pre Euro, Euro I, Euro II ed Euro III.

    648

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco traffico
    PIÙ POPOLARI