Ecopass Milano addio, arriva Area C Milano 2012, ecco cosa cambia

da , il

    area c milano 2012 ecopass

    Ecopass Milano ha finito di esistere venerdì 30 dicembre 2011, mentre il 16 gennaio prenderà il via la congestion charge Area C. Il cambiamento più importante riguarda l’obiettivo che diventa la riduzione del traffico, mentre un’altra novità è lo stop all’interno della Cerchia dei Bastioni dei diesel Euro 3, in aggiunta ai veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2. Dal 16 gennaio la rete dei trasporti Atm sarà potenziata soprattutto nelle ore di punta, con l’estensione di questa fascia almeno fino alle 10 per le tre linee della metropolitana. Con Area C viene semplificato il titolo di ingresso: 5 euro per tutti, ad eccezione dei residenti, che avranno 40 ingressi giornalieri gratuiti e in seguito di una tariffa agevolata di 2 euro. Deroghe anche per i veicoli di servizio, che potranno scegliere tra due opzioni: 3 euro senza sosta o 5 euro con 2 ore di sosta. Invariati i giorni di attivazione dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30.

    Accesso senza titolo di ingresso

    Ecopass

    Classe I: veicoli Gpl, metano, ibridi ed elettrici

    Classe II: auto, merci e autobus benzina Euro 3, 4 e successivi, auto merci e autobus diesel Euro 4 con fap (se installato successivamente, Euro 5) e successivi

    Moto e motorini

    Area C

    Auto elettriche

    Moto e motorini

    Auto ibride, bifuel, alimentate a metano e Gpl, fino al 31 dicembre 2012

    Accesso con titolo di ingresso

    Ecopass

    Classe III: auto, merci e autobus benzina Euro 1 e 2

    Classe IV: auto e merci benzina Euro 0, auto diesel Euro 1, 2 e 3, merci diesel Euro 3, autobus benzina Euro 0 e diesel Euro 4, auto e merci diesel Euro 4 senza fap

    Classe V: auto diesel Euro 0, merci diesel Euro 0, 1 e 2, autobus diesel Euro 0, 1, 2 e 3

    Area C

    Auto benzina Euro 1, 2, 3, 4 e 5

    Auto diesel Euro 4 e 5

    Diesel Euro 3 di residenti e assimilati, fino al 31 dicembre 2012

    Diesel Euro 3 veicoli di servizio, fino al 31 dicembre 2012

    Divieto di accesso

    Ecopass

    Nessuna categoria di veicoli

    Area C

    Auto diesel Euro 0, 1, 2, 3 (eccetto autorizzati)

    Auto benzina Euro 0

    Veicoli di lunghezza superiore a 7 metri

    Titoli d’ingresso

    • Titoli di ingresso giornalieri

    Ecopass

    Giornaliero, 2 euro

    Giornaliero, 5 euro

    Giornaliero, 10 euro (in base a classe di inquinamento)

    Area C

    Giornaliero, 5 euro

    Giornaliero veicolo residente, 2 euro (previa registrazione)

    Giornaliero veicolo di servizio, 3 euro (previa registrazione)

    Giornaliero veicolo di servizio, 5 euro (solo presso i parcometri e previa registrazione)

    • Titoli d’ingresso multipli

    Ecopass

    Ingresso multiplo, 20 euro

    Ingresso multiplo, 50 euro

    Ingresso multiplo, 100 euro

    Area C

    Multiplo giornaliero, 30 euro

    Multiplo giornaliero, 60 euro

    • Abbonamenti Residenti

    Ecopass

    Annuale, 50 euro

    Annuale, 125 euro

    Annuale, 250 euro (in base a classe di inquinamento)

    Area C

    Non sono previsti abbonamenti ma un pacchetto di 40 ingressi giornalieri gratuiti.

    Informazioni utili

    La congestion charge Area C entrerà in vigore il 16 gennaio 2012 e sarà attiva in via sperimentale per 18 mesi dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30. Tra il 1 gennaio e il 15 gennaio 2012, l’accesso alla Cerchia dei Bastioni non sarà sottoposto ad alcun provvedimento, Dal 1 gennaio 2012 sono revocati i provvedimenti relativi al divieto di transito e sosta, tutti i giorni dalle 7.30 alle 21.00, per veicoli o complesso di veicoli di lunghezza superiore a 7 metri. La registrazione al portale www.areac.it per residenti, domiciliati, con box di pertinenza nella Cerchia dei Bastioni e per il traffico di servizio sarà attiva a partire dal 16 gennaio 2012, mentre è previsto un periodo di rodaggio per quel che riguarda la registrazione e il pagamento del ticket: gli accessi effettuati tra il 16 gennaio e il 16 marzo 2012 potranno essere regolarizzati entro e non oltre il 17 marzo 2012. Le risorse provenienti dal pagamento degli ingressi saranno reinvestite per la mobilità sostenibile nell’area metropolitana. Al posto dei cartelli bianchi e blu di Ecopass ci saranno quelli a sfondo bianco e dal profilo giallo con macchia verde al centro.