Edonis, una prova d’autore sicuramente ben riuscita

Edonis, una prova d’autore sicuramente ben riuscita
da in Auto nuove, Auto sportive
Ultimo aggiornamento:

    Da parte di un progetto portato avanti qualche anno fa, quattro per la precisione, ma importante per aver testimoniato la maestria dei costruttori italiani anche se piccoli ma organizzati come i costruttori di quest’auto che si ispira chiaramente alla Bugatti e, in effetti, la Edonis, questo il nome della vettura di cui stiamo parlando, ha visto i natali nella stessa provincia in cui è nata la Bugatti, Modena, Campogalliano, per la precisione, il paese di nascita. E se l’origine etimologica del nome, Edonis, rievoca piacere, dal greco Edonè, in effetti, guardare questa vettura evoca goduria, la stessa che si prova di fronte ad un bell’oggetto che si anela di toccare e, soprattutto, di possedere e, nello specifico, davanti ad un capolavoro della tecnica e della progettazione ingegneristica.

    Nelle mire dei costruttori, B. Engineering di Jean-Marie Borel, l’idea di costruire 21 esemplari di questa vettura, ognuna delle quali, contrassegnata con un numero progressivo appartenente ad un collezione unica. Se qualcuno crede, però, che la Edonis sia una vettura costruita con una certa approssimazione, si sbaglia di grosso, l’esperienza dei tecnici che l’han voluta è decennale ed è maturata all’interno di aziende prestigiosissime come Ferrari, Bugatti, Cagiva e Laverda, Maserati, Lamborghini e Lotus per cui, in sostanza, è come se la Edonis raccogliesse i frutti di un lavoro incessante e continuo di almeno 7 primarie aziende del settore moto-automobilistico, col risultato di aver creato una vettura all’avanguardia in fatto di tecnica e prestazioni, un esempio per meglio comprendere il significato tecnologico di questa vettura, è dato dall’osservazione che il telaio è interamente costruito in fibra di carbonio ed è nato dalla collaborazione con la Aérospatiale Espace ed Défense, ora EADS Launch Vehicles, sul pianale della Bugatti e le gomme, rigorosamente Michelin, si avvalgono di una tecnica speciale che consente, in caso di foratura, di percorrere almeno 200 chilometri con la ruota “ a terra”,senza alcun problema per la vettura.

    E’ invece vero che Edonis è stata costruita interamente a mano dagli artigiani modenesi, che in 42 giorni, hanno realizzato la carrozzeria e, insieme ad altri operai specializzati, assemblato la vettura col motore, le sospensioni e ogni altro organo che entra nella costituzione dell’auto.

    A risultato ottenuto, l’Edonis, si presenta come una vettura dall’alta efficienza aerodinamica, grazie al frontale e al parabrezza che spiove sul resto dell’auto, così come dietro, grazie a prese d’aria efficaci, si è oprato in modo da disperdere il calore del prorompente propulsore posto centralmente, soluzione questa applicata a supercar di chiara esperienza.

    E, a proposito del motore, ricordiamo che parliamo di un propulsore a 12 cilindri di 3,5 litri biturbo di ben 680 cavalli che deriva dalla Bugatti con cambio a 6 marce, potenti freni a disco sulle quattro ruote in carboceramica e sospensioni a ruote indipendenti.

    L’auto non è assistita elettronicamente né per quanto riguarda il controllo della stabilità, né della trazione, morale, bisogna essere piloti provetti per spingerla a velocità elevate.

    Per quanto riguarda l’abitacolo, questo è riservato soltanto a due persone, che viaggiano a pochi centimetri da terra, su seggiolini avvolgenti ma non troppo confortevoli, in pelle a due colori. L’interno è abbastanza scarno, però su Edonis ritroviamo il climatizzatore, ma la plancia ha comandi e indicatori essenziali alla guida, senza fronzoli, ricerca del bello o qualsivoglia ricerca del lusso.

    Le 21 auto che sono già state consegnate e sono in giro per l’Europa; hanno prestazioni e velocità proibitive, quasi 400 chilometri orari di velocità massima e sono costate, a chi ha avuto l’ardire di comprarle, non meno di 800 mila euro, un’operazione ardita che è stata più una prova generale che altro, per sperimentare la richiesta di un mercato particolare che alle supercar presta molta attenzione ma con una certa…. cautela!

    690

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveAuto sportive
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI