Eicma 2013, Piaggio Vespa Primavera torna dopo 45 anni [FOTO]

Piaggio Vespa Primavera sfoggia design e tecnica in grado di far centro all'Eicma 2013

da , il

    Apertura di Eicma 2013 e dubito gli occhi si puntano su di lei. Piaggio Vespa Primavera è tra gli scooter più attesi della kermesse milanese, dopo che la 946 ne ha anticipato alcuni contenuti. Debutta con l’obiettivo dichiarato di continuare a far crescere le vendite globali della gamma Vespa, passate dalle 58 mila unità del 2004 alle 165 mila dello scorso anno. Un trend positivo che porterà il 2013 a migliorare quel dato.

    Passando alle novità presenti sulla Vespa che porta nuovamente alla ribalta un nome storico del marchio italiano, abbiamo un nuovo telaio in acciaio, quattro motorizzazioni alternative e uno stile decisamente piacevole.

    I propulsori spaziano dal monocilindrico 50cc due tempi al 150cc con tre valvole e raffreddamento ad aria. In mezzo si posiziona il cinquantino quattro tempi e il 125cc 3v.

    I consumi sono da record, con un dato dichiarato di 64 km/litro nella marcia ad andatura costante ai 50 orari. I motori 125 e 150cc, monocilindrici con iniezione elettronica, sono stati rivisti nelle misure di alesaggio e corsa, incrementando quest’ultima in favore di un’erogazione di coppia più consistente. La potenza varia tra i 7.9 kw della Piaggio Primavera 125 e i 9.5 kw della 150.

    Nuova è anche la carrozzeria in lamiera, con un vano sottosella più ampio rispetto al passato e che può contare su 16.6 litri di capacità. Quanto alla sospensione anteriore, pur mantenendo il consueto doppio braccio si è rivisto l’ancoraggio e la progettazione di alcuni elementi.

    Linee semplici quelle del design, con uno scudo caratterizzato da tre piccole aperture cromate sopra il parafango, a sua volta con un elemento a richiamare quelli che erano i tratti caratteristici della Vespa Primavera del 1968. Anche gli specchietti e la cornice del faro riprende lo stesso tema, senza dimenticare i bordi cromati che dallo scudo si estendono sulla pedana. Luci di posizione e frecce sono a led, mentre i comandi sul manubrio sono stati concentrati in “bracciali” cromati, riportando in auge una soluzione del passato di Vespa Primavera.

    Le tinte disponibili sono sei – bianco, blu, rosso, marrone, azzurro e nero – da combinare con tre varianti per la sella