Eicma 2014, tutte le novità moto esposte

Eicma 2014, tutte le novità moto esposte

Sarà un fiorire di novità, Eicma 2014

da in EICMA 2016, Moto 2015, Moto Nuove, Salone Moto
Ultimo aggiornamento:

    Il centenario di Eicma verrà festeggiato come si conviene, ovvero, lanciando sul palcoscenico del Salone del ciclo e motociclo una miriade di novità. Sono attese 20 anteprime mondiali, che spaziano tra i vari segmenti di mercato.
    Proviamo a tracciare un quadro delle moto più attese, quelle che cattureranno l’attenzione sugli stand. Novità di prodotto che si accompagnano a esclusive innovazioni tecniche, come nel caso di Ducati, che non solo porterà al debutto la rinnovata Multistrada 2015, ma anche il motore DVT.

    Di cosa si tratta? Del primo passo concreto dal matrimonio con il gruppo Volkswagen-Audi. Il bicilindrico desmodromico accoglie la fasatura variabile sia su lato dell’aspirazione che dello scarico e il tutto si traduce in maggior potenza e coppia, oltre a una guidabilità migliorata.
    Ducati Multistrada sarà il modello sul quale verrà presentato in anteprima: 10 cavalli extra di potenza, per toccare quota 160. Motore a parte, per la Multistrada alcuni accorgimenti stilistici sul frontale, le carene e il codino rastremato e più sportivo.
    Non mancherà l’interessante Scrambler, moto originale e spinta dal bicilindrico da 803 cc evoluzione di quello della Monster. Raffreddamento ad aria e olio, eroga 75 cavalli e 68 Nm. Lo stile unico si declina in tre versioni, con prezzi che partono da 8.240 euro. Tecnicamente, alla semplicità costruttiva si affiancano ruote da 18 pollici all’anteriore e 17 dietro, oltre alla forcella con steli da 41 millimetri e 150 millimetri di escursione (altrettanti al posteriore).

    Restando su un altro marchio italiano, in casa MV Agusta saranno la Brutale 800 RR e la variante Dragster RR a catturare i cuori degli appassionati. Il motore 3 cilindri è un’evoluzione del precedente, capace di passare da 125 a 140 cavalli, con 86 Nm di coppia, anch’essa incrementata. Più che le modifiche, limitate, allo stile e alle colorazioni di alcuni particolari, è la presenza del cambio Quickshift 2.0, tre mappature per il motore più una personalizzabile, e la forcella Marzocchi con steli da 43 millimetri, nonché alleggerita, a tracciare l’identità della Brutale RR. E la Dragster? SI differenzia per determinate scelte estetiche, assolutamente in grado di rubare la scena, e pensiamo ai cerchi a raggi bicolore, oltre alla livrea delle carene. Il motore è identico alla Brutale RR e sfoggia un’alimentazione con due iniettori per cilindro.

    Passando ai giapponesi di Kawasaki, sono Vulcan S e Ninja H2 le due osservate speciali. La prima si propone come moto cruiser impreziosita da dettagli che pensano a migliorarne la fruibilità, specialmente in città. Colpisce l’adozione del gruppo molla ammortizzatore in posizione quasi orizzontale, appena davanti alla sella e collocato solo sul lato destro della Vulcan S: si può regolare su molteplici posizioni ed è chiamato ad assicurare il confort di marcia che ci si aspetta su una cruiser.

    Nessuna novità sul motore, il 650 due cilindri è lo stesso della ER-6N, seppur rivisto per spingere di più in basso.
    Tutt’altra storia è la Ninja H2. E’ stata annunciata da un video che ne svela appena alcuni dettagli e deriverà dalla H2 R. Motore turbo, diverse scelte stilistiche, almeno in parte, e oltre 200 cavalli di potenza per la supersportiva della casa dei tre diapason.

    In Honda è tutto pronto per rilanciare l’erede della Africa Twin. Arriverà a Eicma 2014, annunciata da una scheda tecnica che recita: motore mille, 100 cavalli di potenza, frontemarcia bicilindrico, per un peso complessivo di circa 200 kg. Le ruote saranno da 21″ all’anteriore, mentre il look si prevede vicino a quello della 450 Rally.

    Attesa anche per quel che proporrà Husqvarna, ovvero, una stradale derivata dal concept 701, esposto nel 2013 a Eicma. Motore monocilindrico e cubatura importante, sono i cardini sui quali ruoterà il nuovo modello.

    Yamaha, oltre alla crossover 3 cilindri TDM, vuole essere regina del Salone con la nuova R1, annunciata nella variante stradale e in quella track-oriented, con soluzioni tecniche riprese dalla M1 MotoGP. Per emozioni in scala, presente anche la R3 con motore 300 cc.

    In casa Bmw, la S1000 RR cambia look parzialmente, ma soprattutto aggiorna il motore e arriva alla soglia dei 200 cavalli, riducendo di qualche chilo il peso complessivo. Anche in Suzuki, aggiornamento alla GSX-R1000, con livrea specifica che preannuncia l’impegno 2015 in MotoGP.

    seguono aggiornamenti

    740

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EICMA 2016Moto 2015Moto NuoveSalone Moto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI