EICMA 2017: le novità moto del Salone del Motociclo di Milano

In attesa dell'apertura ufficiale possiamo goderci quelle che saranno le novità moto di EICMA 2017: la fiera quest'anno cresce ancora di più e oltrepassa i confini nazionali.

da , il

    Manca poco ormai all’apertura di EICMA 2017, Salone di Motociclo di Milano che, come ogni anno, non manca di arrivare puntuale nel mese di novembre con il suo carico di novità dal mondo delle moto e due ruote.

    Quest’anno le novità sono succulente a livello di prodotto, con diverse presentazioni in anteprima come la Ducati Panigale V4, ma ciò che potrebbe interessare ancora di più è che EICMA comincia ad espandersi con East Eicma Motorcycles, ma soprattutto varca i confini nazionali ed arriva fino ai magazzini Harrods di Londra ed al KaDeWe di Berlino. Si tratta di esposizioni temporanee, ma che aprono una nuova forma di kermesse che potrebbe essere adottata da altre manifestazioni.

    EICMA 2017 oltre i confini

    Il fatto stesso che l’eco di EICMA 2017 sia riuscito a stabilizzarsi oltre i confini italiani segna una vittoria per la kermesse milanese. In concomitanza con l’esposizione italiana saranno attivi per due settimane ben due temporary store – una sorta di magazzini temporanei – presso due realtà importanti e consolidate: i grandi magazzini Harrods di Londra ed il KaDaWe di Berlino. In entrambi i casi sono il lusso e lo sfarzo a farla da padrone, ed EICMA è presente sottoforma di display digitali all’interno del primo e di poster ed affissioni nel secondo, oltre che di pagine su riviste che mettono in vetrina l’eccellenza.

    East Eicma Motorcycles

    Così come per le auto c’è un grande interesse anche per le moto d’epoca, oltre che per le classiche custom. Il nuovo East Eicma Motorcycles vuole mettere – a partire da quest’anno – in esposizione proprio questo genere di realtà, e lo fa all’East Market di via Ventura 14 a Milano, dal 9 al 12 novembre 2017. A differenza della manifestazione principale è libero l’ingresso all’esposizione di oltre 5.000 metri quadri, che prende vita dalle 16 alle 23 e dalle 10 alle 23 nel weekend. L’affluenza di espositori è stata tanta e potrebbe diventare un paradiso per chi ama le personalizzazioni ed il vintage, con la possibilità di venire a contatto con un mondo che fa della modifica il proprio cuore.

    EICMA 2017: tutte le novità moto casa per casa

    Aprilia

    Apriamo la schiera di novità, sistemate in ordine puramente alfabetico, con una novità che la casa di Noale, Aprilia, potrebbe portare sotto i riflettori: la nuova Aprilia Caponord. Sostanzialmente sarebbe una tappa quasi obbligata, visto che il modello è uscito di produzione, ma c’è ancora molta incertezza in merito, soprattutto perchè potrebbe avere un motore completamente nuovo e potrebbe riservare qualche gradita e piacevole sorpresa.

    BMW

    La Casa di Monaco ha cominciato a diffondere un video teaser su un paio di novità che saranno presenti ad Eicma 2017. La nuova BMW F 800 GS è una delle carte sicure che BMW calerà a Milano, accompagnata da una sorella che si differenzierà solo per una diversa impostazione. Sul resto non c’è un’esatta sicurezza, ma ipotesi più o meno accreditate che vogliono anche una rielaborazione della maxisportiva di casa, la BMW S1000RR. Allo stand ci sarà tutta la line up, com’è giusto che sia, ma potrebbe essere affiancata anche da una possibile evoluzione del motore Boxer, che potrebbe guadagnare la fasatura variabile e salire (ancora di più) di cilindrata.

    Ducati

    Abbiamo già anticipato la Ducati Panigale V4 come una delle principali novità del brand italiano, con un motore quattro cilindri a V come suggerito dal nome stesso, che però non vuole farsi cogliere impreparata su altri settori e dovrebbe riservare delle proposte anche in altri segmenti. La Ducati Monster 821 è una di queste, con il suo motore bicilindrico 821cc da 109 cavalli, il ride-by-wire, le luci di posizione a LED ed un display TFT come strumentazione, ma ci si aspetta anche una nuova Scrambler così come una Ducati Multistrada con motore più grande, probabilmente preso in prestito dalla Ducati xDiavel.

    Honda

    Honda porterà sotto i riflettori di EICMA la Honda Goldwing 1800, modello di punta del brand e che da sempre si è prefigurato come ammiraglia di tecnologia e lusso. Anche stavolta rinnova il suo compito, ma viene del tutto rivista, a partire dal motore 1.8 litri da 126 cavalli e 170 Nm di coppia massima. Passeggero e conducente sono più vicini al parabrezza regolabile, mentre la carena cerca di indirizzare in modo leggermente diverso i flussi d’aria, per non “colpire” le persone a bordo ed aumentare il relax. Con una tecnologia che forse, almeno attualmente, è più appannaggio del mondo auto piuttosto che di quello moto, la nuova Honda Goldwing ha una strumentazione mista analogica e digitale, parte della quale è costituita da un display TFT da 7 pollici, mentre non potevano mangare il cruise control ed addirittura il protocollo Apple Car Play. Sul piano di vista meramente tecnico si è partiti dal riprogettare lo stesso telaio, doppia trave in alluminio, così come sono del tutto nuovi anche la sospensione anteriore a doppio braccio oscillante, tecnologia che avrebbe permetto una maggiore manovrabilità fino al 40%, ed il monoammortizzatore Pro-Arm.

    Su un piano completamente diverso si posiziona la Honda CFR1000 Africa Twin in versione Adventure, che darà mostra di sè a Milano. La versione Adventure è un chiaro richiamo e come tale ha una serie di modifiche standard rispetto al modello standard: il serbatoio maggiorato in primis, da 24 litri, ma anche sospensioni diverse e con maggiore corsa ed una sella monopezzo.

    Husqvarna

    Il fatto che siano stati scoperti dei prototipi di Husqvarna girare su strada per i test, dei muletti dunque, fa ben presupporre i clienti che attendono le Husqvarna 701 Vitpilen e Svartpilen, due modelli presentati in forma di concept ma che sono ugualmente riusciti a farsi abbondantemente apprezzare dal grande pubblico. Non è chiaramente stata ancora confermata la notizia, ma qualcosa il brand dovrà pur portare sotto i riflettori milanesi.

    Kawasaki

    A Milano Kawasaki gioca in parte a carte scoperte, perchè per esempio la nuova Kawasaki Z900RS è stata già vista in modo ufficiale attraverso una serie di immagini rilasciate dalla Casa. Si propone come un mix tra lo sportivo, il vintage ed il moderno, con il suo grande faro tondo ed il motore da 948cc che eroga 111 cavalli. Le sospensioni regolabili, sia forcelle che monoammortizzatore, affiancano il telaio a traliccio e pompa e pinze freno radiali all’anteriore. Ci pensa poi l’elettronica a dichiararla moderna in tutto e per tutto, grazie al controllo di trazione di serie e regolabile su due livelli.

    Per chi ama le sportive made in Akashi ci saranno nuove colorazioni per la Ninja 1000, ma la novità che può essere meglio accolta dal mercato è la Ninja 400. Oggettivamente è un cammino avviato quello delle sportive di medio-piccola cilindrata, che hanno costi di acquisto e gestione inferiori rispetto alle sorellone, ma restano ugualmente godibili in tutte le situazioni. Con il suo bicilindrico parallelo da 399cc e 45 cavalli dovrebbe soddisfare gran parte della clientela, che siano neofiti o motociclisti più smaliziati, mentre la posizione non esasperata dei semimanubri può aiutare a non affaticare. Il tutto è condito da un’aria racing che non si sarebbe pensato possibile su una moto di “modesta” cilindrata, come i fari a LED, la strumentazione mista analogica e digitale, il serbatoio compatto ed un sistema ABS.

    KTM

    Per il brand austriaco KTM la kermesse EICMA 2017 è la volta buona per presentare la 790 Duke, modello che troverà la connotazione della produzione in serie con il suo motore bicilindrico parallelo. Il prototipo è già stato anche guidato in qualche occasione, ma la versione definitiva dovrebbe avere qualcosa di diverso. Ad affiancare la 790 potrà esserci anche una versione rivisitata della KTM RC390, la piccola (mica tanto, ormai) sportivetta che permetterà al brand di competere poi nel campionato World Supersport 300 Championship.

    Triumph

    Ha confermato la presenza in occasione di EICMA 2017 anche il brand inglese Triumph, famoso tra le altre cose anche per il suo motore a tre cilindri. Allo stand Triumph a Milano saranno presentate al pubblico le nuove Tiger, mostrate già in un video teaser. Le motorizzazioni possibili saranno due, con tutta probabilità propulsori da 1.2 e 0.8 litri e sempre a tre cilindri, così da andare a mettere i bastoni tra le ruote alle BMW. Si è intravisto nel teaser anche un cerchio da 21 pollici, bello grande, ma ci si aspetta anche i blocchetti retroilluminati così come la strumentazione completamente digitale e formata da un display TFT.

    Anche le Triumph Bonneville Bobber Black e Triumph Bonneville Speedmaster faranno la loro comparta sotto gli occhi dei visitatori di EICMA 2017: la prima è una rivisitazione in chiave nera, o potremmo dire “dark”, della Bobber, con cerchio anteriore che scende alla dimensione da 16 pollici, verniciatura nera per gli scarichi e forcelle più grandi. La seconda mostra a sua volta un cerchio anteriore da 16 pollici, con doppio disco freno per frenare le prestazioni del motore bicilindri da 1.200cc rimappato, che ora sviluppa 106 Nm.

    Ci aspettiamo anche un concept di Triumph Daytona 765 ad EICMA 2017, in virtù anche della fornitura ufficiale di motori in Moto2, ma non è ancora stato detto nulla in merito.

    Suzuki

    Suzuki non ha in serbo molte novità per il 2018 in generale, quindi è normale non aspettarsi delle presentazioni di spicco a EICMA 2017. Sicuramente ci sarà la Suzuki SV650X, una special nata a partire dalla Suzuki SV650. Dai vertici del brand hanno fatto sapere che questo si tratta solo di un esperimento, che vede semimanubri non estremi, faro tondo singolo e piccolo cupolino, la vita del quale potrebbe dipendere esclusivamente dal benestare e dalla risposta del pubblico in occasione di alcuni eventi programmati, proprio come EICMA.

    Yamaha

    Seppur sia stata già presentata al Salone di Tokyo, Yamaha porterà ad EICMA 2017 la Yamaha Niken, moto a tre ruote che risulta essere la versione di serie di quella che fu la MWT-9. Grazie alle due ruote anteriori avrà una stabilità eccezionale, anche se questo sdoppiamento risultava fino ad oggi appannaggio esclusivamente di qualche scooter, mentre sotto alla carena c’è il propulsore tre cilindri frontemarcia di Yamaha.