NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ermini Seiottosei al Salone di Ginevra 2014: motore turbo e peso piuma [FOTO]

Ermini Seiottosei al Salone di Ginevra 2014: motore turbo e peso piuma [FOTO]

Il nome Ermini torna sul palcoscenico automobilistico con la barchetta 686

da in Auto 2014, Auto nuove, Auto sportive, Salone auto, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento:
    Ermini 686 al Salone di Ginevra 2014

    Pasquale Ermini non sarà certo Enzo Ferrari, ma rappresenta quell’Italia eccellenza motoristica altrettanto bene. Con la Ermini 686, il marchio che porta il nome del fondatore fiorentino, nato a inizio Novecento e specializzatosi dapprima nella fornitura di motori, per poi sfoggiare una sua squadra corse negli anni Cinquanta, sbarca al Salone di Ginevra 2014. Una realtà di respiro mondiale per una casa che si può definire dalla produzione artigianale.
    Il progetto della 686 ha radici lontane, che affondano nel 2007: adesso è pronta la versione definitiva di quella che sarà una barchetta tutto pepe.

    Perché Seiottosei? Semplice, perché è il peso segnato sulla bilancia. Risultato straordinario per un’auto da 4 metri e 12 centimetri di lunghezza, larga 1 e 85 e con un passo di 2 metri e 60. Il tutto è stato reso possibile dall’adozione di una carrozzeria in fibra di carbonio, montata su un telaio tubolare, con pannelli anch’essi in fibra di carbonio.
    La raffinatezza tecnica si spiega bene con un dettaglio, quello delle sospensioni a triangoli sovrapposti con schema push-rod, derivato in pieno dalle monoposto.

    Il cuore sarà il motore quattro cilindri turbo benzina di origine Renault, accreditato di 320 cavalli. Per avere l’ufficialità della scheda tecnica, però, dovremo attendere Ginevra. Lo zero cento si vocifera venga concluso in meno di 3.5 secondi e la velocità massima limitata a 270 orari.

    Stilisticamente la Ermini Seiottosei dovrebbe riproporre fedelmente il progetto già in cantiere (in foto), quindi linee morbide, affusolate, con l’anteriore caratterizzato dai proiettori a vista su una struttura in fibra e la calandra ovale, ripresa dalle Mercedes Gullwing che prendevano parte alla MilleMiglia, teatro sul quale le Ermini brillarono nei primi anni Cinquanta.
    Due posti secchi, rollbar dietro la testa e due pinne sul cofano motore, posizionato centralmente e abbinato al cambio sequenziale sei marce. La deportanza è assicurata dall’ala posteriore, ancorata con due piloncini sul bordo del posteriore.

    323

    Salone di Ginevra 2014, tutte le auto esposte
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2014Auto nuoveAuto sportiveSalone autoSalone di Ginevra 2017
    PIÙ POPOLARI