Motor Show Bologna 2016

EuroNCAP novembre 2012: tutte 5 stelle tranne Dacia Lodgy [FOTO]

EuroNCAP novembre 2012: tutte 5 stelle tranne Dacia Lodgy [FOTO]
da in Auto nuove, Crash test, Euroncap, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Dopo i precedenti crash test effettuati alle nuove Audi A3, Ford B-Max, Isuzu D-Max, Kia Cee’d, Renault Clio e Volvo V40, giunge ora il momento di mettere sotto esame altre quidici nuove autovetture in listino da questi mesi o che faranno il loro debutto nelle concessionarie di qui a breve. A novembre si è deciso di mettere alla dura e severa prova , in ordine alfabetico, Dacia Lodgy, Fiat 500 L, Ford Kuga, Ford Fiesta, Hyundai Santa Fe, Mercedes Classe A, Mitsubishi Outlander, Opel Mokka, Land Rover Range Rover, Seat Leon, Seat Toledo, Skoda Rapid, Subaru Forester, Volvo V60 Plug-In Hybrid e Volkswagen Golf 7.
    Totalmente non sono andati affatto male i test sulla sicurezza tranne per una vettura: la monovolume low cost di Casa Dacia, la Lodgy.

    Cash Test Euro NCAP: difficile conquistare le Cinque stelle

    Da poco tempo i severi test sulla sicurezza attiva e passiva dei passeggeri di un autoveicolo si sono fatti ancora più tortuosi per far assicurare le fammigerate Cinque stelle: quelle a cui ogni Casa automobilistica ambisce ovviamente.
    Come già nell’introduzione vi anticipavamo, le vetture in lista erano quindici e quattordici di esse sono riuscite ad aggiudicarsi le Cinque stelle, il massimo del punteggio ad eccezion fatta per il monovolume Dacia Lodgy: piccolo nel prezzo ma evidentemente si è andati a risparmiare anche in un fattore in cui invece non bisogna mai farlo: quello della sicurezza, tanto quella attiva quanto quella passiva e vi spieghiamo tutte le fasi di ogni singola vettura qui di seguito.

    Quanti e quali sono i test da sottoporre le vetture?

    Le cinque stelle vengono assegnate dopo il superamento di tre test sostanzialmente e poi uno per contare quanti e quali sono i dispositivi sulla sicurezza di serie per la vettura: quelli relativi alla sicurezza offerta agli occupanti adulti, alla protezione per i bambini, alla sicurezza per i pedoni in caso di urto a bassa velocità e infine all’equipaggiamento degli accessori di sicurezza offerti di serie dalle vetture.

    Dacia Lodgy

    Andando per ordine alfabetico iniziamo quindi subito con Lodgy. La vettura non ha nemmeno ottenuto le quattro stelle ma appena tre. Per la sicurezza degli occupanti adulti il punteggio è del 72%, 77 punti percentuali per la sicurezza dei bambini ma un 44% per quella relativa ai pedoni in caso di collisione a bassa velocità e appena un 29% per l’equipaggiamento degli accessori di sicurezza offerti di serie dalla vettura.

    Fiat 500L

    Passiamo ora ad un’altra monovolume, più compatta nelle dimensioni però: la nuova Fiat 500L. Non c’è male per la nuova MPV torinese poiché i dati fanno tirare un sospiro di sollievo agli ingegneri del marchio con un bel 94% assicurato alla protezione dei passeggeri adulti, 78 punti percentuali per quella dei bambini, 65 per l’impatto frontale con un pedone e un discreto 71% per gli equipaggiamenti di sicurezza disponibili di serie.

    Ford Fiesta

    Crash Test Euro NCAP Ford Fiesta anteriore

    Eccoci con la prossima generazione della Fiesta, la piccola berlina compatta. Il risultato conseguito parla di dati molto alti ed importanti per una vettura di queste dimensioni. Si tratta infatti di ben 91 punti percentuali per la sicurezza degli occupanti adulti, 86% per quella dei bambini e 65% per i pedoni nel caso di impatto agli arti inferiori a bassa velocità. L’equipaggimento di serie supera la sufficienza: si attestano 71 punti percentuali per quelli della sicurezza. Di conseguenza anche la nuova Ford Fiesta può vantare le sue 5 stelle Euro NCAP.

    Ford Kuga

    Proseguiamo poi sempre in Casa Ford. Categoria fuoristrada, parliamo della futura seconda generazione del SUV di Ford. La Kuga ha ottenuto tranquillamente le Cinque stelle con dei dati che confortano i possibili acquirenti: 94 punti percentuali per la protezione dei passeggeri, 86 punti per quella dei bambini, un 70% per la protezione dall’impatto con i pedoni ed un pieno 100/100 per quanto riguarda i dispositivi di sicurezza di serie.

    Hyundai Santa Fe

    Ancora un fuoristrada ma di origine coreana: parliamo del nuovo Hyundai Santa Fe. Il crash test lo supera alla grande questo SUV dalle grandi dimensioni: 96% per la protezione dei passeggeri adulti, 89% per quella dei bambini a bordo, un 71% per quella dei pedoni e un bel 86% per tutti gi equipaggiamenti disponibili di serie in listino.

    Land Rover Range Rover

    Crash Test Euro NCAP Land Rover Range Rover anteriore

    Nuovo, mastodontico e con un prezzo d’attacco di 91.500 Euro: non da tutti insomma il nuovo Land Rover Range Rover. Non che i dati confermati dopo il crash test siano dei migliori specialmente nella sua categoria nonostante abbia conquistato tutte e cinque le stelle Euro NCAP. La protezione per i passeggeri adulti è del 91%, 84 per quella dei bambini trasportati, 63% l’impatto con i pedoni e gli equipaggiamenti di sicurezza di serie sono ad un 86%: forse il dato più deludente visto il prezzo del nuovo fuoristrada inglese.

    Mercedes-benz Classe A

    Dopo anni in commercio, la piccola monovolume Classe A cambia e lo fa radicalmente cambiando anche il segmento di cui fa parte: passa ora infatti a quello delle berline compatte Premium, quello di Bmw Serie 1, Lexus CT, Lancia Delta e Audi A3 (per intenderci). Molto alti i dati decretati dopo il crash test: si parla di 93 punti percentuali inerenti la protezione dei passeggeri adulti, 81 per quella dei bambini.

    Dato l’imponente frontale per una vettura di questo segmento, il dato dell’impatto con i pedoni è quello più basso: un 67%; si chiude infine con un 86%: il dato degli accessori di serie per la sicurezza del veicolo.

    Mitsubishi Outlander

    Ulteriore fuoristrada partecipe al test: il nuovo Mitsubishi Outlander, disponibile anche con la motorizzazione ibrida. Anche questa vettura nipponica ha ottenuto tutte e cinque le stelle Euro NCAP vantando di dati che in molti non avrebbero forse pensato trattandosi di un marchio come Mitsubishi non apprezzatissimo dal pubblico italiano. Risultano infatti un 94% per la sicurezza degli adulti ospitati nella vettura, 83% per quella dei bambini, un 64% per i pedoni ma un netto e deciso 100% per i sistemi di sicurezza che vi si trovano all’interno dell’Outlander.

    Opel Mokka

    Crash Test Euro NCAP Opel Mokka

    Spostiamoci ora in Casa Opel perché è tempo di testare la sicurezza del nuovo piccolo SUV Opel Mokka. Non deludono assolutamente i dati: anzi, sono quasi al top di tutte le vetture che vi abbiamo descritto e che ancora vi dobbiamo descrivere. Per la protezione dei passeggeri adulti sono 96 i punti percentuali conquistati, addirittura 90 quelli per la sicurezza dei bambini a bordo, 67 quelli dopo l’impatto con un pedone ma anche per questa vettura come per il precedente Outlander, l’equipaggiamento di sicurezza di serie è al top: 100%.

    Seat Léon

    Seat, il marchio francese ha due vetture da sottoporre al rigoroso test sulla sicurezza: la nuova Léon e la Toledo. Partiamo dalla prima: la Léon dev’essere ancora presentata nelle concessionarie (come la Toledo) ma già ha fatto il suo debutto negli autosaloni e ci è stata data la possibilità di provarla in pista a Misano. Non ha deluso, come il nostro collega Alessandro Corgnati vi ha dettagliatamente descritto, nemmeno con il crash test: porta a casa infatti un 94% per la protezione dei passeggeri adulti, 92% per quella dei bambini, 70 punti percentuali dopo la collisione frontale con un pedone e un 71% per tutti gli accessori sulla sicurezza disponibili di serie.

    Seat Toledo

    Passando poi all’altra vettura, la Seat Toledo, quella berlina media tre volumi vediamo che i dati un po’ si alzano. La protezione dei passeggeri adulti è al 94%; quella dei bambini all’80%; i pedoni al 69 e l’equipaggiamento di sicurezza va ad attestarsi al 71%.

    Skoda Rapid

    Crash Test Euro NCAP Skoda Rapid laterale

    La nuova Skoda Rapid non è altro che un rimarchiamento in stile Ceco della precedente Toledo descritta in questa fase di test. I dati quindi, tanto per l’una quanto per un’altra, sono identici.

    Subaru Forester

    Ultimo fuoristrada in lista è il nuovo Subaru Forester da poco rinnovato e presto in tutte le concessionarie del marchio giapponese. In fatto di protezione dei passeggeri adulti conquista un bel 91%; per la sicurezza dei bambini trasportati un ulteriore 91%; 73 sono i punti percentuali dopo il test con l’impatto del pedone e 86, infine, i punti per gli equipaggiamenti di serie disponibili del Forester.

    Volkswagen Golf

    La berlina compatta di Wolfsbourg giunge alla sua settima generazione e lo fa ritoccandosi ancora una volta il look. Rispetto alla precedente versione cambiano quindi di poco i dati sulla sicurezza attiva e passiva: per la protezione dei passeggeri adulti è un 94%; per quella dei bambini un 89%; per la collisione con i pedoni un 65% ed infine si va alla voce optional di serie sulla sicurezza che si attestano un 71%.

    Volvo V60 Plug-In Hybrid

    Crash Test Euro NCAP Volvo V60 Plug In Hybrid laterale

    Infine parliamo di Volvo. La Casa svedese pone sotto torchio la sua Volvo V60 nella declinazione Plug-In Hybrid (la versione ibrida quindi). Si sa, Volvo è da sempre il marchio che si è contraddistinto dagli altri per la sua alta sicurezza e con questa vettura ancora una volta dimostra questo valore: la protezione passeggeri adulti la ottiene con un 93%, quella dei bambini con un 83% e l’impatto frontale con i pedoni si decreta al 65%. Al massimo invece l’equipaggiamento di sicurezza: 100%. Anche per lei quindi tutte e cinque le stelle Euro NCAP vengono assegnate con merito!

    1978

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveCrash testEuroncapSicurezza Stradale

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI