Eye-Drive: guidare l’auto con lo sguardo

Eye-Drive: guidare l’auto con lo sguardo

L'Università di Berlino ha sperimentato un software in gradi di guidare da sola l'auto, col semplice ausilio dello sguardo del conducente

da in Concept Car, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento:

    Vettura prototipo

    La tecnologia fa dei passi talmente grandi che nessuno di noi, a volte, riesce ad immaginare. La prova l’ha data uno studio messo a punto dall’Università di Berlino, che ha progettato un software in grado di guidare l’automobile con lo sguardo. Il programma in questione è chiamato Eye-Driver e consiste nel condurre la propria auto guardando semplicemente la strada. Questo modernissimo software è capace di guidare seguendo i movimenti degli occhi del conducente. Presso l’aeroporto di Berlino, la stampa di tutto il mondo ha potuto seguire la presentazione sperimentale di questo dispositivo, montato su una Dodge Grand Caravan, che si presta ottimamente alla bisogna. 

    La vettura, infatti, trasformata in veicolo tecnologico che si auto-conduce, nel 2007 era già arrivata semifinalista al Darpa Urban Challenge of California.
    L’equipaggiamento di questo prototipo di vettura si basa su un casco da bici, adattato per l’occasione, due telecamere (una puntata frontalmente nella stessa direzione di chi indossa il casco, una sull’occhio), un LED a infrarossi e uno specchietto che ne riflette il segnale, senza dare fastidio agli occhi.
    L’attrezzatura è costituita da diversi mini computer che monitorizzano in tempo reale la guida del veicolo. Si possono impostare due modalità di conduzione: “Free ride” e “Routing”. Quest’ultima permette al veicolo maggiore libertà e si interrompe solo quando trova un incrocio o una biforcazione e chiede al guidatore in che direzione andare.

    La risposta sta nello sguardo: fissare per tre secondi una direzione, come scelta, che poi viene confermata acusticamente dal software. Con la chiusura dell’occhio, il veicolo si arresta.
    L’esperimento, detto  AutoNOMOS Project è supportato dal Ministero tedesco per l’Educazione e la Ricerca. La ratio del progetto è quella di contribuire alla riduzione degli incidenti stradali, con vaste conseguenze positive sulla società civile.

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Concept CarProve auto su strada
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI