Motor Show Bologna 2016

Ferrari 335 S Scaglietti 1957, l’auto più costosa al mondo

Ferrari 335 S Scaglietti 1957, l’auto più costosa al mondo
da in Auto d'epoca, Cabrio e spider, Curiosità Auto, Ferrari
Ultimo aggiornamento: Lunedì 08/02/2016 10:43

    Ferrari 335 S Scaglietti

    Se si conta in euro e sterline, è la Ferrari 335 S Scaglietti del 1957 l’auto più costosa al mondo. In dollari, invece, resiste il record da 52 milioni della Ferrari 250 GTO. E’ stata la protagonista dell’asta Artcurial Motorcars a Parigi, durante il salone Retromobile, l’auto che sul finire degli anni Cinquanta corse a Sebring, Le Mans, la Mille Miglia. Proprio con riferimento a quest’ultima corsa, l’evento più importante. L’esemplare andato all’asta arrivò secondo, con Von Trips al volante, dietro Taruffi, un’altra 335, invece, ebbe un grave incidente, nel quale morirono De Portago, Nelson e 11 spettatori. Da allora, la Mille Miglia non fu più competizione velocistica.

    La storia della Ferrari 335 S battuta per un valore di 32,1 milioni di euro la vede ottenere il primo giro record alla 24 Ore di Le Mans del ’57 con Hawthorn e Musso al volante, che comandò in testa per 5 ore, prima di doversi ritirare. Il debutto del modello era avvenuto, invece, nel mese di marzo, alla 12 Ore di Sebring, conclusa al sesto posto con Collins e Trintignant. Caratterizzata da motore V12 con bancate disposte a 60° e una cubatura di 4 litri, il propulsore con 6 carburatori Weber sviluppava 390 cavalli e garantiva una velocità massima di 300 km/h. Peso contenuto in appena 880 kg, tra telaio tubolare in acciaio e carrozzeria in alluminio, realizzata da Sergio Scaglietti. La tecnica della Ferrari 335 S prevedeva anche un cambio 4 marce, freni a tamburo, sospensioni anteriori indipendenti e posteriore con ponte De Dion. L’asta di ArtCurial nel corso della quale si è raggiunta la cifra record di 32,1 milioni di euro ha visto una base d’asta a 20 milioni, con l’offerta vincente arrivata telefonicamente e risultata superiore anche alla stima massima effettuata dalla casa alla vigilia, fissata a 32 milioni di euro. Dopo la carriera sportiva, la 335 S Scaglietti nel 1960 fu acquistata da un privato, che la cedette 10 anni più tardi a Pierre Bardinon, la cui collezione di Ferrari classiche è tra le più importanti al mondo, se non la più importante in assoluto: per 40 anni è rimasta in Francia, prima dell’evento record di ArtCurial.

    390

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI