Ferrari 458 Challenge: tecnologia al servizio della velocità

La Ferrari 458 che competerà sul circuito monomarca presenta una serie di innovazioni tecnologiche derivate dall'esperienza della casa costruttrice nelle competizioni (Formula 1) e dai prototipi

da , il

    Ferrari 458 Challenge

    La Ferrari 458 Challenge è la versione modificata della supercar del Cavallino destinata a competere sul circuito monomarca. Per renderla ancora più performante la casa costruttrice ha deciso di inserire sulla vettura una sorta di compendio generale di tutte le sue conoscenze derivanti dalle corse (leggersi: dalla Formula 1) e dai prototipi. Così modificata, la 458 è stata in grado di battere il record del tracciato di Fiorano di ben 2 secondi, con uno stupefacente tempo di 1’16”5. Lamborghini Superleggera e Porsche GT2 sono avvisate.

    Il possente motore 5.0 V8 da 570cv della Ferrari 458 è stato mantenuto inalterato, mentre sono state fatte diverse modifiche alla trasmissione, in particolare con l’introduzione del cambio F1 doppia frizione. A questo è stato aggiunto un maniacale lavoro per ridurre il peso, con ampio uso della fibra di carbonio e la riduzione dello spessore della carrozzeria.

    Ferrari 458 Challenge

    Dal prototipo Ferrari 599XX sono stati presi i freni Brembo, integrati con un sistema ABS a doppia configurazione. Le sospensioni sono state integrate con snodi in alluminio racing, molle più rigide, ammortizzatori monotaratura; le ruote presentano cerchi da 19” con serraggio centrale e pneumatici Pirelli slick; l’altezza da terra è stata ridotta di altri 30mm.

    Ferrari 458 Challenge

    Dalla Formula 1 sono poi state prese in prestito tecnologie come F1 Trac (che dalla Ferrari definiscono «il più sofisticato sistema al mondo di controllo della trazione), E-Diff e volante con controlli per modificare la configurazione dell’auto in ogni momento.

    Ferrari 458 Challenge