Motor Show Bologna 2016

Ferrari al Salone di Parigi 2016: tutte le novità auto esposte [FOTO LIVE]

Ferrari al Salone di Parigi 2016: tutte le novità auto esposte [FOTO LIVE]
da in Auto 2016, Auto nuove, Auto sportive, Ferrari, Salone auto, Salone di Parigi 2016, Supercar
Ultimo aggiornamento: Venerdì 18/11/2016 16:23

    ferrari laferrari aperta al salone di parigi 2016

    La Ferrari è arrivata al salone di Parigi 2016 con due novità di segno diverso. L’attenzione maggiore va chiaramente alla versione scoperta della laFerrari, denominata ufficialmente Aperta. Accanto ad essa lo stand del cavallino rampante ha messo in mostra una nuova versione della ancora nuovissima GTC4Lusso. Cambia il motore: un V8 turbo al posto del V12 aspirato originale. Il nome di conseguenza diventa GTC4Lusso T.

    La Ferrari laFerrari Apertaè un’auto da sogno come la coupé da cui deriva, presentata nel 2013 e prodotta in 499 esemplari, ai quali se ne aggiungerà un cinquecentesimo da vendere all’asta per devolverne il ricavato agli abitanti colpiti dal recente terremoto nel centro Italia. La Ferrari laFerrari Aperta, questo è il nome ufficiale, è stata tutta venduta in prenotazione. Una selezione di clienti iperultra ricconi ancora più ristretta del solito ha divorato in un attimo gli esemplari che ancora devono essere prodotti. E’ stato deciso di costruirne 209. Prezzo modico: 1,86 milioni di euro per il mercato italiano, per un’auto che comunque non si può più comprare. La meccanica sarà ovviamente la stessa. Quindi il motore aspirato V12 6.3 abbinato ad un motore elettrico. Questo bolide ibrido sfornerà la bellezza di 963 cavalli complessivi. Potrebbero quasi sembrare pochi rispetto ai numeri “millenari” sbandierati da altre hypercar sempre più fuori dalla realtà. Tuttavia la vera sportività è un’altra cosa. L’auto più veloce del mondo su un rettilineo non è necessariamente l’auto più veloce in assoluto. Anzi, non lo è quasi mai. Non ha senso la pura accelerazione in poche centinaia di metri sul dritto. E’ quando arrivano le curve che i giochi diventano difficili. Questo è il senso delle competizioni, che rappresentano il DNA di ogni vettura prodotta dalla fabbrica di Maranello. Non un oggetto buono solo per fare una parata lungo le strade di Montecarlo o Dubai.

    Lo stand Ferrari al salone di Parigi non si compone tuttavia di una sola vettura, per quanto nonplusultra. Infatti c’è un’altra novità e riguarda la GTC4Lusso. Nello show parigino il modello esposto non è quello portato a Ginevra, peraltro ancora nuovissimo. Qui cambia il cuore. Il nome si trasforma in GTC4Lusso T. Perché sotto il cofano non c’è il motore V12 ma un V8 turbo. Per la precisione, si tratta dello stesso 3.9 che spinge la 488. La potenza è di 610 cavalli. Sono 80 in meno del V12, ma in compenso la vettura è più leggera di 50 Kg, quindi recupera in parte lo svantaggio. Si tratta di un’impostazione tecnica radicalmente diversa per ottenere però prestazioni non esageratamente lontane. L’accelerazione perde un decimo, la velocità massima scende a 320 Km/h. Fare attenzione al livello da capogiro dell’espressione “la velocità scende a 320″: certo, la V12 arriva a 335. Ma a livello pratico, quanti sono i proprietari di queste macchine in grado di raggiungere tali velocità senza schiantarsi? Molto pochi. Quindi alla fine è solo una questione di gusti. Ad ogni modo, in Ferrari fanno sempre le cose molto seriamente. Per annullare quasi del tutto il ritardo di risposta del turbocompressore, gli ingegneri di Maranello hanno adottato un sistema chiamato Variable Boost Management (VBM). In parole povere, una particolare configurazione permette di variare l’erogazione della coppia dalla terza alla settima marcia, per avere una risposta praticamente fulminea.

    629

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI