Ferrari California: il test di Michael Schumacher

da , il

    Ferrari California

    Chi meglio di Michael Schumacher, già sette volte campione del mondo, è più titolato per dare un parere su un nuovo modello della Ferrari che verrà presentata al Salone di Parigi il prossimo 2 ottobre.

    A contribuire allo sviluppo del nuovo motore e delle prestazioni dell?otto cilindri della Casa di Maranello il pilota campione del mondo ha operato in stretta collaborazione con tecnici ed ingegneri un fatto questo non del tutto inedito visto che era già successo con la 430 Scuderia e si ripete con la California appena provata sul circuito di Fiorano.

    “Le due vetture, per quanto differenti, offrono un piacere di guida unico, grazie al carattere tipicamente sportivo che contraddistingue tutte le vetture prodotte a Maranello. Certo, la 430 Scuderia nasce come vettura più estrema e orientata alle massime prestazioni, ma la Ferrari California, a vocazione marcatamente Gran Turismo quanto ad usabilità e qualità della vita a bordo, sorprende per le caratteristiche sportive e il divertimento di guida che è in grado di assicurare in tutte le condizioni di utilizzo”.Sono state concepite per rispondere ad esigenze diverse: la 430 Scuderia è dedicata a chi vuole l’essenziale da una Ferrari e appena può la porta in circuito. La Ferrari California è pensata per un utilizzo quotidiano o per passare un week end fuori casa ma allo stesso tempo garantisce le emozioni che solo una Ferrari può dare”.

    Il risultato finale è una vettura capace di accelerare da 0 a 100 orari in poco meno di 4 secondi, tutto ciò senza mai penalizzare il piacere di guida con il massimo confort.