Ferrari California tuning by Revozport: modifiche, ma con sobrietà [FOTO]

La Ferrari California tuning by Revozport è l’ultima creazione del preparatore asiatico che, però, si è limitato a rendere la vettura di Maranello solo leggermente più aggressiva mediante l’introduzione di appendici aerodinamiche dallo stile abbastanza sobrio

da , il

    Molto spesso i puristi storcono il naso quando si trovano di fronte ad una qualsiasi auto elaborata con tuning più o meno vistosi. A maggior ragione se queste modifiche riguardano una bellissima e costosa supercar. Però, forse, in questo caso non accadrà così. La Ferrari California tuning by Revozport, infatti, è l’ultima creazione del preparatore asiatico che, però, si è limitato a rendere la vettura di Maranello solo leggermente più aggressiva mediante l’introduzione di appendici aerodinamiche dallo stile abbastanza sobrio. Cominciamo col parlare dello splitter anteriore “RZF-California”, realizzato in fibra di carbonio, che serve non solo a rendere più sportiva la California, ma anche per aumentare il carico aerodinamico nella guida più spinta. Disponibile sia con finitura lucida che con quella opaca, il costo di questo singolo pezzo è di 1.500 dollari, pari a circa 1.000 euro stando al cambio attuale.

    Sempre in fibra di carbonio anche le minigonne laterali, che spiccano molto bene sull’esemplare delle foto ufficiali in colore rosso. Anche in questo caso lo stile è molto sobrio e per niente eccessivo, come spesso accade in campo di tuning. Il costo delle minigonne è di 1.900 dollari, che corrispondono a circa 1.200 euro, ed è possibile sceglierle con finitura lucida o opaca. Pensato per una funzione aerodinamica è anche lo spoiler posteriore, per il quale sostanzialmente dobbiamo ripetere lo stesso discorso fatto per le altre appendici. Realizzato in fibra di carbonio, si può avere lucido o opaco ad un prezzo di listino di 2.900 dollari, circa 2.000 euro.

    Solo estetica per la Ferrari California tuning by Revozport. Infatti il tuner di Hong Kong non ha voluto modificare la meccanica della Rossa di Maranello, che mantiene le solite caratteristiche di sempre. Ricordiamo che la scoperta del Cavallino è equipaggiata di fabbrica di un motore otto cilindri a V da 4.3 litri di cilindrata, capace di erogare 490 cavalli di potenza massima e 505 Nm di coppia motrice. Questi valori sono in grado di far raggiungere alla Ferrari una velocità massima di 312 km/h e di farla accelerare da 0 a 100 km/h in appena 3,8 secondi.