Ferrari e Maserati, sale la febbre di supercar in Italia e all’estero

va bene anche la Ferrari, con fatturati da record

da , il

    Ferrari e Maserati, sale la febbre di supercar in Italia e all’estero

    Continua la festa in Casa Fiat e, stavolta, a brindare ai successi, è, in primis, il marchio di lusso della Casa del Lingotto; la Ferrari. Per quanto riguarda la Maserati, anch’essa gode di buona salute, ma con un distinguo!

    Ferrari, ha fatto registrare ricavi per 317 milioni di euro con una crescita assestatasi, solo nel primo trimestre di quest’anno, al 27,3%, rispetto all’analogo periodo del ‘2005. A far la parte del leone, fra le vetture di Maranello, le versioni coupè, spider e challenge, tutte riferite al modello F430, con 1.266 esemplari dei diversi modelli venduti nel lasso di tempo citato, con un utile di esercizio che s’è chiuso in positivo, 11 milioni di euro, contro la perdita dell’anno scorso di 8 milioni in tre mesi.

    A dare impulso a questa scalata del Gruppo, in questa frazione di anno, ci ha pensato soprattutto la nuova 599 GTB Fiorano, in sostituzione della 575 M Maranello. La Fiorano, che al Salone dell’auto di Ginevra ha polarizzato l’attenzione di tutti i presenti, è già l’auto più gettonata fra gli appassionati della Casa del Cavallino, a giudicare, almeno, dagli ordini di acquisto registrati fin ora.

    Per quanto riguarda invece Maserati, pur avendo fatto registrare un calo del 6,2% in fatto di ricavi, rispetto ai primi tre mesi del ‘2005, promette bene, in quanto la lettura del dato negativo è spiegabile con l’attesa generata dai nuovi modelli che la Casa si appresta a presentare, cui fa spicco la Quattroporte.

    Oltretutto, le versioni coupè e spider delle altre vetture in listino, saranno proposte entro il ‘2007 e, logicamente, in tale attesa, le vendite sono diminuite sensibilmente. Ciononostante, si può tranquillamente affermare, che la Maserati gode di buona salute e si assesta fra le industrie più sane del nostro Paese.