Motor Show Bologna 2016

Ferrari GTC4Lusso T: prezzo, anche il turbo in test [FOTO]

Ferrari GTC4Lusso T: prezzo, anche il turbo in test [FOTO]

Il motore turbo V8 è quello della 488 GTB, novità Variable Boost Management per azzerare il turbo lag

da in Auto 2016, Auto nuove, Ferrari, Ferrari GTC4Lusso, Supercar
Ultimo aggiornamento:

    La Ferrari GTC4Lusso T ha perso i veli durante il Salone di Parigi 2016. La versione più “muscolosa” di questo modello è ancora freschissima, essendo stata presentata solo lo scorso marzo al salone di Ginevra. La T può allora considerarsi un “ripiego”? Anatema. La Ferrari GTC4Lusso T va ad ampliare la gamma della quattro posti di Maranello, scelta insolita per il Cavallino rampante. Due motorizzazioni tra cui scegliere, quasi fosse un comunissimo brand generalista. In realtà, oltre al motore cambia tanto altro, perché se il V12 aspirato da 6.2 litri resta il punto massimo, l’emblema stesso Ferrari, con il motore V8 biturbo da 3.9 litri, la GTC4Lusso T va forte pressoché uguale e propone un diverso schema tecnico, alternativo alla trazione integrale abbinata al V12.

    Anzitutto la ripartizione dei pesi, perché rinunciare alla trasmissione integrale e optare per V8 biturbo ha portato a un arretramento dei pesi verso la coda, con una ripartizione ora di 46:54. Un risparmio di 50 kg è grande abbastanza da incidere sulla guidabilità, in termini positivi, ovviamente. La massa complessiva si attesta sui 1,740 kg e, minor peso, significa poter limare anche le richieste di carburante. I vantaggi del motore turbo rispetto all’aspirato li abbiamo già apprezzati nella transizione da Ferrari 458 Italia a Ferrari 488 GTB. Prestazioni superiori, consumi più bassi. La Ferrari GTC4 Lusso T non fa eccezione: bastano 11.6 litri/100 km nel ciclo misto, contro gli oltre 15 litri/100 km della V12. Differenza imbarazzante, in favore della T.

    Come si ripercuote tutto ciò sulle prestazioni? In misura impercettibile, perché lo zero-cento si completa in 3″5 contro i 3″4 della versione più potente e la velocità massima diminuisce dai 335 orari agli oltre 320 km/h dichiarati per GTC4 Lusso T. La scheda tecnica racconta anche di un’altra importante modifica tecnica, per sopperire al turbo lag e azzerarlo. Con il Variable Boost Management, la spinta è immediata e senza ritardo, grazie a una mappatura che dalla terza alla settima marcia consente un’erogazione della coppia variabile.

    Anche in configurazione due ruote motrici, confermato il sistema di quattro ruote sterzanti, con le posteriori a seguire le anteriori, sterzando in fase, nella stessa direzione, per incrementare la stabilità. Congiuntamente al sistema Side Slip Control 3, poi, la risposta dinamica dell’auto ai comandi impartiti al volante è repentina.

    Non abbiamo ancora detto quanti cavalli sviluppa il V8 turbo 3.9 litri, medesima unità della 488 GTB. Sono 610 cavalli e 760 Nm di coppia, disponibile tra 3.000 e 5.250 giri/min, 60 cavalli in meno della GTB, medesima coppia. Rispetto alla GTC4Lusso, invece, paga 80 cavalli prendendosi la rivincita sulla coppia: 63 Nm in più e a un regime molto più favorevole, essendo i 697 Nm della V12 presenti a 5.750 giri/min.

    Il prezzo della nuova Ferrari GTC4Lusso T è di 233.000 Euro, quindi solo per pochi fortunati!

    546

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2016Auto nuoveFerrariFerrari GTC4LussoSupercar

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI