Fiat 500 vs Opel Adam: confronto tra citycar chic [FOTO e VIDEO]

da , il

    Fiat 500 vs Opel Adam

    Il confronto di questa settimana prevede una sfida tra citycar chic: Fiat 500 vs Opel Adam. Da un lato abbiamo l’italiana, ben nota oramai, dall’altro troviamo a sfidarla la recentissima Opel Adam, che cerca di imitare la formula di successo della 500 per ritagliarsi la propria fetta di mercato. Nata nel 2007, la piccola Fiat è stata da subito molto apprezzata, sia per il suo look retrò e chic allo stesso tempo, sia per una qualità sopra alla media. Se a questo ci aggiungiamo che dal Lingotto sono stati bravi a gestire a livello di marketing sia il lancio che la commercializzazione, capiamo facilmente il perchè del suo successo. La Opel Adam, che di recente abbiamo avuto modo di provare su strada, è stata svelata al Salone di Parigi 2012, ma sarà sul mercato solo tra qualche mese. Anche solo ad un rapido sguardo, ci accorgiamo che in Opel si siano ispirati alla piccola torinese per progettare la nuova Adam. Andiamo a vedere se i tedeschi sono riusciti a creare un’auto in grado di insidiare la 500, sulla cresta dell’onda da diversi anni.

    Estetica

    Guardando le immagini della nostra gallery quello che salta subito all’occhio è che la Opel Adam assomigli alla Fiat 500. Non si tratta di una fotocopia, questo è poco ma sicuro, tuttavia sono evidenti le analogie, specialmente nelle proporzioni generali e nell’andamento del padiglione o del posteriore. Nella vista laterale le due auto sono molto simili: a differenziarle maggiormente ci sono le dimensioni (leggermente più abbondanti sulla Opel) ed il tetto verniciato a contrasto sulla Adam. Il frontale si caratterizza per un paraurti dotato di una grossa presa d’aria centrale a forma di bocca sorridente, con ai lati due proiettori circolari. I finestrini laterali sembrano idealmente proseguiti fino verso il lunotto posteriore da un profilo in colore nero lucido sul montante C, sul quale è anche stato inserito il logo “Adam”.

    La Fiat 500 non necessita di particolari commenti, dato che bene o male tutti la conosciamo. Le forme esterne si rifanno a quelle della prima serie del 1957, ma sono state riviste in chiave moderna. Il frontale presenta tanti rimandi “storici” all’antenata degli anni Cinquanta, come ad esempio i doppi gruppi ottici tondi, i baffi cromati attorno al logo Fiat o la cromatura sulla fascia paracolpi (solo su determinate versioni). Nonostante le dimensioni molto contenute, i designer torinesi sono riusciti a creare una fiancata che non ha il tipico stile molto squadrato delle normali citycar. Il padiglione è leggermente rastremato verso la coda ed il portellone scende abbastanza dolcemente. Nel complesso, nonostante gli anni, la Fiat 500 è ancora un’auto molto piacevole. A nostro avviso sul piano estetico vince la sfida la 500: si tratta in entrambi i casi di due belle vetture, ma la Opel secondo noi non merita la vittoria per le analogie fin troppo evidenti con l’italiana. Uno a zero per la Fiat.

    Interni

    Il look retrò della Fiat 500 prosegue anche negli interni, dove però si deve fare i conti con i costi di progettazione. Infatti l’impostazione generale della plancia è la stessa della Fiat Panda, con la quale condivide il pianale. Nonostante questo i progettisti sono stati capaci di creare un ambiente molto piacevole ed appagante dal punto di vista visivo, che ricorda non poco l’interno della 500 del ’57. La plancia è disponibile con diverse modanature colorate e con i particolari in tinta panna o neri. Rispetto alla media delle citycar, la qualità è apprezzabile e le finiture si dimostrano anche abbastanza curate. Niente di eccezionale comunque, parliamo pur sempre di una vettura di segmento A.

    Anche gli interni della Adam sono piuttosto curati, coerentemente con il posizionamento da parte di Opel come citycar premium. Lo stile è moderno, con una plancia dal design piacevole impreziosita da una fascia colorata orizzontale, simile a quella della 500. La console centrale è impreziosita dall’ampio schermo del sistema multimediale Intellilink (optional). Curate le finiture, sempre paragonandole al panorama delle altre citycar, e piacevoli i materiali. La Opel ha qualcosa in più dal punto di vista degli interni e per questo motivo merita il punto: uno pari.

    Dimensioni

    La Fiat 500 è lunga 3,55 metri, larga 1,63 ed alta 149 centimetri. Il passo è, invece, di 230 centimetri. A causa dell’andamento del posteriore che scende dolcemente e non verticalmente, il bagagliaio ne risente un po’ in termini di capienza: infatti si possono stivare “solo” 185 litri, che salgono a 530 litri abbattendo i sedili posteriori. Lo spazio a bordo è buono per chi siede davanti, un po’ meno ampio nella zona della testa per chi si accomoda sul divanetto posteriore.

    Le misure della Opel sono leggermente più abbondanti, con una lunghezza totale di 3,70 metri, una larghezza di 1,72 metri ed un’altezza di 1,48 metri. Il passo è di 231 centimetri. Il baule può contenere fino a 170 litri con i sedili in configurazione standard, che diventano 630 litri quando si viaggia solo in due. Per la spaziosità interna vale lo stesso discorso della torinese: davanti tutto bene, un po’ meno dietro per quanto riguarda gambe e testa. Nonostante i centimetri in più, l’Adam non è particolarmente spaziosa e lo stesso discorso vale per il bagagliaio. Premiamo quindi la Fiat, che con dimensioni più contenute riesce a fare come la tedesca. Due ad uno per l’italiana.

    Scheda tecnica

    Decisamente ampia ed articolata la gamma di motorizzazioni della Fiat 500. Tra i benzina troviamo il 1.2 aspirato da 69 cavalli e 102 Nm di coppia, il TwinAir bicilindrico turbo da 0.9 litri che eroga 85 cavalli e 145 Nm ed il 1.4 aspirato da 100 cavalli di potenza e 131 Nm di coppia. L’unico diesel è il 1.3 Multijet 16V da 1.3 litri capace di 95 cavalli a 4.000 giri e 200 Nm. C’è anche la versione bifuel benzina/GPL, denominata Easy Power, che monta un 1.2 litri da 69 cavalli e 102 Nm.

    L’Opel, invece, ha un listino che, al momento del lancio, prevede solo due motori, entrambi a benzina. Parliamo dell’1.2 litri da 70 cavalli e del più grosso 1.4 litri da 100 cavalli. Al momento non è previsto nessun turbodiesel, che però potrebbe debuttare in futuro. La vittoria, anche in questo caso, la merita la 500, che permette una scelta molto più ampia: tre ad uno per la Fiat.

    Optional e personalizzazione

    Quando è nata, nel 2007, la Fiat 500 era una delle vetture con le maggiori possibilità di personalizzazione, grazie ad un ampia gamma di cerchi in lega, di colori per la carrozzeria e di sticker. La Opel Adam, quasi sei anni dopo, riesce a fare di meglio, con una possibilità di configurazione praticamente infinita. Parlando più precisamente: 12 colorazioni per la carrozzeria, 4 per gli interni, 19 tipi di decorazioni per l’interno, 15 tipologie di sedili, e diversi modelli di cerchi in lega (diametri da 16 a 18 pollici).

    Entrambe le vetture hanno un listino di optional piuttosto simile, che spazia dal climatizzatore automatico al navigatore satellitare. Insomma, tutti i tipi di comfort che si potrebbero desiderare su di una vettura di questo tipo. La vittoria spetta, però, alla Adam che permette di crearsi una vettura praticamente unica. Tre a due per la 500.

    Prezzo

    Il listino prezzi dell’Opel Adam è:

    ADAM 1.2 70 CV 11.750 euro

    ADAM JAM 1.2 70 CV 13.350 euro

    ADAM JAM 1.4 100 CV 14.350 euro

    ADAM GLAM 1.2 70 CV 14.250 euro

    ADAM GLAM 1.4 100 CV 15.250 euro

    ADAM SLAM 1.2 70 CV 14.250 euro

    ADAM SLAM 1.4 100 CV 15.250 euro

    Per le versioni con Start&Stop bisogna aggiungere 350 euro.

    I prezzi della Fiat 500 sono:

    Fiat 500 1.2 69cv Pop: € 11.850

    Fiat 500 1.2 69cv Color Therapy: € 12.550

    Fiat 500 1.2 69cv Pop Star: € 12.550

    Fiat 500 0.9 TwinAir Turbo 85cv Pop: € 13.150

    Fiat 500 1.2 69cv Lounge: € 13.750

    Fiat 500 1.2 69cv Street: € 13.750

    Fiat 500 0.9 TwinAir Turbo 85cv Color: € 13.850

    Fiat 500 0.9 TwinAir Turbo 85cv Pop: € 13.850

    Fiat 500 0.9 TwinAir Turbo 85cv: € 15.050

    Fiat 500 0.9 TwinAir Turbo 85cv: € 15.050

    Fiat 500 1.4 16v 100cv Lounge: € 15.750

    Fiat 500 1.4 16v 100cv Street: € 15.750

    Fiat 500 1.2 69cv By Gucci: € 17.250

    Fiat 500 1.2 69cv EasyPower Pop: € 13.350

    Fiat 500 1.2 69cv EasyPower Pop Star: € 14.050

    Fiat 500 1.2 69cv EasyPower Lounge: € 15.250

    Fiat 500 1.3 multijet 16v 95cv Pop: € 14.150

    Fiat 500 1.3 multijet 16v 95cv Pop: € 14.850

    Fiat 500 1.3 Multijet 16v 95cv Lounge: € 16.050

    Fiat 500 1.3 Multijet 16v 95cv Street: € 16.050

    Il listino prezzi tra le due auto è relativamente equivalente, quindi la parità è d’obbligo. Quattro a tre per l’italiana.

    Giudizio finale

    Nonostante gli anni la Fiat 500 resta la Fiat 500, con tutti i suoi pregi e punti a favore. Bella, sfiziosa, con un’ampia gamma di motori: insomma probabilmente la migliore citycar in commercio. La Opel Adam è, però dal canto suo, una vettura interessante, dal design moderno e con degli interni piuttosto curati, che permette ampi margini di personalizzazione (cosa non trascurabile per chi vuole distinguersi spendendo relativamente poco). Vittoria per la Fiat, sì, ma forse non così netta.

    LEGGI TUTTI I CONFRONTI DI ALLAGUIDA.IT!

    Alfa Romeo Giulietta VS Nuova Mercedes Classe A

    Fiat 500L VS Opel Meriva

    Volkswagen Golf 7 VS Alfa Romeo Giulietta

    Mercedes GLK VS Range Rover Evoque

    Fiat 500L VS Ford B-Max

    Citroen C4 Aircross VS Nissan Qashqai

    Volkswagen Golf 7 VS Ford Focus

    Nuova Ford Fiesta VS Fiat Punto

    Ferrari F12 Berlinetta VS Lamborghini Aventador LP 700-4

    Fiat Punto VS Peugeot 208

    Fiat 500 VS Opel Adam