Fiat 600 Multipla, la prima monovolume

Fiat 600 Multipla, la prima monovolume
da in Auto d'epoca, Fiat
Ultimo aggiornamento:

    Fiat 600 Multipla

    Oggi sono diffusissime per gli indubbi vantaggi che offrono, ma un tempo, non esistevano per nulla, essendo nate a metà degli anni cinquanta ; parliamo delle monovolume.

    La prima ad inaugurare la “specie”, fu la Fiat 600 Multipla, derivata dalla classica 600 che all’epoca spopolò in Italia, partecipando, attivamente, alla motorizzazione in massa del Paese.

    Poteva ospitare massimo 6 persone in 3 file di sedili con la caratteristica di essere piccola in fatto di dimensioni, appena 3 metri e mezzo di lunghezza.

    Nonostante aprì la strada a questo segmento di vetture, godette di un successo limitato a causa di una forma, onestamente, sconcertante; gli unici che la apprezzarono furono i tassisti che la utilizzarono in massa.

    Fu Dante Giocosa, il progettista finito sulla ribalta per aver “messo mano” alla realizzazione della popolarissima 500, a ideare i sedili posti sulle ruote, idea che magnificò lo spazio interno.

    Anche se, questa soluzione, se da un lato agevolava i movimenti all’interno dell’auto, rendeva ardua al guidatore l’accesso in vettura, a causa del piantone dello sterzo, costretto ad “inerpicarsi” nel ridotto spazio a disposizione del conducente, addirittura il libretto di uso e manutenzione della Multipla indicava il modo da seguire per accedere meglio in vettura.

    Questa e altre soluzioni in quest’auto, tuttavia, la resero una delle vetture più insicure del tempo.

    258

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto d'epocaFiat
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI