Fiat: accordo raggiunto a Pomigliano

Fiat: accordo raggiunto a Pomigliano

L’incontro che ha visto riuniti in un tavolo di trattative disposto fra azienda, sindacati della categoria e maestranze che ha visto centrale la figura del Governo e, nello specifico, del Ministero del Lavoro che ha portato come conclusione delle trattative ad un accordo che preveda per tutti la mobilità

da in Fiat, Mercato Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    stabilimento Fiat di Pomigliano D’Arco

    Cominciano a profilarsi le premesse per una soluzione delle vertenze che riguardano un gruppo di 36 lavoratori degli stabilimenti Fiat di Pomigliano D’Arco, Napoli, che, come ricordiamo, dallo scorso 16 dicembre avevano occupato la sede del consiglio comunale in segno di protesta contro l’azienda che ne aveva disposto il licenziamento allo scadere del contratto di lavoro. Parliamo di 36 dipendenti e 52 apprendisti, per quest’ultimi il contratto scadrà il 2 marzo prossimo, per gli altri alla stessa data finirà il loro impegno con Fiat derivante da un contratto a tempo determinato prossimo, come si vede, alla scadenza.

    L’incontro che ha visto riuniti in un tavolo di trattative disposto fra azienda, sindacati della categoria e maestranze che ha visto centrale la figura del Governo e, nello specifico, del Ministero del Lavoro che ha portato come conclusione delle trattative ad un accordo che preveda per tutti la mobilità tuttavia assistita dalla cassa integrazione della durata di 12 mesi a sua volta rinnovabile, trascorsa la quale i lavoratori faranno parte integrante di un bacino privilegiato cui far riferimento per eventuali altre assunzioni.

    “Il disgelo con Fiat sulla vertenza è un buon segnale, dopo una buona intesa – sottolinea Giovanni Sgambati, segretario generale della Uilm Campania – per i contratti a termine l’accordo è stato firmato oggi mentre per gli apprendisti esiste già l’intesa con la Regione Campania che garantisce la copertura economica degli ammortizzatori con fondi appositi.

    Abbiamo stabilito che questi addetti – conferma Sgambati – saranno inseriti in un apposito bacino da cui Fiat attingerà in vista di future assunzioni.

    310

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FiatMercato AutoMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI