Fiat: acquisizione del 35% della Chrysler

da , il

    Sergio Marchionne

    Effetti a distanza della crisi dell?auto, ma forse anche di quella globalizzazione di cui tanto si parla e che a vario titolo potrebbe essere additata quale responsabile dello scompaginamento di interi sistemi capitalistici in tutto il mondo.

    In questo consiste la notizia che quando è stata battuta stamattina, inizialmente faceva riferimento ad una semplice sospensione del titolo in borsa da parte di Fiat che ha iniziato così le trattative con questa che non è proprio una novità per la Casa automobilistica da un po? di tempo a questa parte.

    Ma la cosa insolita stamattina era dovuta al fatto che la Casa automobilistica italiana stava per acquisire il 35% della Chrysler il tutto a costo zero ma offrendo tecnologia e Know-how alla Casa americana per la costruzione dei motori ed in cambio la Casa americana si sarebbe impegnata ad offrire la possibilità a Fiat di commercializzare presso le proprie concessionarie sparse oltreoceano la nuova Fiat 500 ed i modelli di punta dell?Alfa Romeo.

    Sergio Marchionne s?è detto soddisfatto di questa iniziativa, dichiarando che questo è un modo concreto per continuare ad andare avanti, soprattutto in un?epoca come l?attuale costellata da una profonda crisi del settore!