Fiat Auto assume….

da , il

    Stabilimento di Pomigliano D'Arco

    Pomigliano D?Arco torna ad assumere, grazie all?accordo di Fiat con i sindacati che consentirà a 300 giovani di entrare a far parte del Gruppo, entro gennaio prossimo.

    Il processo segue il fisiologico ricambio che vede i ?vecchi? lavoratori pensionarsi a rotazione lasciando il posto ai giovani. In effetti c?è da dire che di fatto i 300 giovani sono già all?interno dello stabilimento, ma col pensionamento dei colleghi più anziani, i più giovani vedranno il loro contratto trasformarsi da interinale a quello più sicuro a tempo indeterminato.

    Lo stabilimento di Pomigliano D?Arco è quello ritenuto più affidabile per il Gruppo torinese. Passati, infatti, i fatidici anni 80 per la Fiat, nel tempo che in questa località campana veniva prodotta l?Alfasud, costellati da scioperi, problemi di produzione e quant?altro, oggi, Pomigliano D?Arco rappresenta per Fiat lo stabilimento più rilevante, affidabile e puntuale nelle consegne, visto, anche, lo scarsissimo assenteismo registrato nei reparti, tanto da far decidere la Casa torinese di produrre, proprio a Pomigliano, la nuova ?149?, a partire dal 2008 e, sempre qui, potrebbe essere prodotta l?edizione limitata della Cabrio Spider 8C solo per gli USA, prodotta soltanto in 500 esemplari.

    Ma quanti sono i dipendenti Fiat di Pomigliano? Attualmente le cifre riportano una forza lavoro di 15.000 addetti, fra operai, impiegati, dirigenti e quadri, cui si aggiungono 284 giovani neo assunti che nel 2007 diverranno 300, ultimi, in ordine di tempo dei 700 assunti negli ultimi 2 anni.

    Le auto costruite a Pomigliano, solo nell?ultimo anno, sono state 146.000 rappresentate dalle ?147?, ?156? e ?159? Alfa Romeo, con un incremento della produzione di poco sotto il 10% rispetto al mese di settembre 2006 e quello dell?anno precedente.

    Insomma una ottima opportunità, una volta tanto, per il sud d?Italia.