Fiat Mille: la Uno brasiliana resiste negli anni

da , il

    Fiat Mille

    Da noi al massimo potrebbe assurgere quale auto d?epoca visto che ne è passata di acqua sotto i ponti da quando la Fiat Uno venne presentata; correva l?anno 1983 infatti e, per l?epoca, fu una vera e propria rivoluzione avendo messo in pensione la storica Fiat 127 che non mancò a suo tempo anch?essa di scuotere il mondo dell?auto di quei tempi.

    Eppure, se da noi la Uno è vista come l?auto dei tempi andati, anche se si parla di una nuova versione; lo stesso non si può dire per il Brasile dove la vettura che in quella nazione si chiama Fiat Mille, continua ad essere prodotta così come accade in altri Stati sudamericani e con un inedito motore che fa consumare meno carburante all?auto, il motore Fire Economy 1.0 Flex.

    La Uno brasiliana viene offerta in due versioni, Mille Fire Economy e Mille Way Economy, sia a 2 che a 5 porte, con cambio a cinque marce manuale, cerchi da 13 pollici di diametro, nuove sospensioni e la possibilità di accorgersi immediatamente di quanto si consumi durante la marcia. C?è da segnalare che la Uno può marciare sia a benzina che ad alcol, in Brasile questo carburante è facilmente reperibile e si dota di un propulsore di appena un litro di cilindrata in grado di erogare 65 cavalli di potenza con doti prestazionali di tutto rispetto se consideriamo la vetustà della vettura e la grandezza del suo motore, si pensi che la vettura accelera da 0 a 100 orari in soli 15 secondi e raggiunge gli oltre 150 orari di velocità massima con consumi che nel funzionamento a benzina possono toccare punte di 20/22 chilometri con 1 litro di carburante, mentre ad alcol non superano i 14/15 km di percorrenza.

    La Fiat Mille, alias Uno, in Brasile piace ancora tanto, si pensi che è la terza auto venduta in quella Nazione, vuoi per via della robustezza della vettura, dei bassi consumi e altrettanto bassi prezzi, meno di 10.000 euro per un?auto che ha partecipato attivamente alle sorti del marchio torinese con i poco meno di 9 milioni di esemplari venduti e che in Brasile, a quanto pare, non conosce ancora il tramonto.