Fiat per l’ambiente con il Green Check-Up

Fiat per l’ambiente con il Green Check-Up

Grazie a questo inedito servizio è possibile pianificare un controllo “ecologico ed economico” che si aggiunge al “Winter Check-Up” e “Summer Check-Up” inerenti la sicurezza

da in Blocco traffico, Fiat, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Officina autorizzata Fiat

    Una data storica è quella del 22 aprile quando si festeggia il 39 anniversario dell’evento, “Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra “, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle tematiche ambientali e nella stessa data ha inizio, per proseguire fino al 31 luglio 2009 presso la rete assistenziale Fiat, Lancia e Alfa Romeo, il “Green Check-Up”, il nuovo programma di manutenzione gratuita riservato alle vetture di Fiat Group Automobiles.

    Grazie a questo inedito servizio è possibile pianificare un controllo “ecologico ed economico” che si aggiunge al “Winter Check-Up” e “Summer Check-Up” inerenti la sicurezza. In dettaglio, sono previsti controlli specifici sulle componenti che maggiormente impattano sulle emissioni.

    Dunque saranno attentamente controllati il sistema di accensione delle vetture e dell’impianto di scarico che comprenderà un’attenzione particolare alle candele, alla sonda lambda, al filtro abitacolo, all’ emissioni di gas di scarico, al filtro aria e sistema aspirazione del motore, agli pneumatici. In questo modo, il cliente potrà contare su un’automobile in perfette condizioni, sicura, rispettosa dell’ambiente, parca nei consumi e destinata ad una lunga vita.

    Un controllo molto importante quello offerto dalla rete assistenziale Fiat anche nell’ottica del risparmio di carburante atteso che con un attento monitoraggio delle condizioni dell’auto è possibile anche risparmiare il 4% dei consumi di carburante e delle emissioni inquinanti quando si aggiunge un’attenzione particolare alla sonda Lambda, controllo per’altro consigliato ogni 30.000 chilometri. Oltre al fatto che controllare il filtro dell’abitacolo riduce la possibilità di allergie preservando i passeggeri da pollini, dalle polveri sottili, dall’ozono e dai gas nocivi, oltre ad essere un valido aiuto per la sicurezza preventiva: per esempio, starnutire in autostrada, mentre si viaggia a 100 km/h, impedisce al guidatore visibilità per 30 metri.

    In totale, una vettura sottoposta ai controlli di “Green Check-Up” può ridurre fino al 5% le proprie emissioni di CO2.

    E per gli amanti delle cifre ecco un dato da tenere sott’occhio; è stato infatti stabilito che se tutte le auto Fiat, Alfa Romeo e Lancia insieme che sono state vendute negli ultimi tre anni si sottoponessero a tale controlli previsti dal“Green Check-Up” e se queste vetture avessero una percorrenza media di 15.000 chilometri all’anno, la riduzione totale di CO2 risulterebbe di circa 360.000 tonnellate, equivalenti all’energia necessaria ad illuminare per 3 anni una città di 1 milione di abitanti.

    Da sottolineare, infine, il nuovo programma “Green Check-Up” di Fiat Group Automobiles che punta a sensibilizzare i clienti anche su altri aspetti legati ad una guida eco-responsabile. Per esempio, spegnendo il motore durante le soste prolungate è possibile ridurre del 10% il consumo di carburante mentre si possono abbattere di oltre il 20% le emissioni di CO2 se si adotta una guida priva di brusche accelerazioni e utilizzando marce alte. E che dire, concludendo, della sostituzione della batteria scarica con una nuova richiedendo lo smaltimento direttamente presso l’officina che ha provveduto alla sostituzione, per non considerare che l’utilizzo di ricambi originali resta un indispensabile requisito per mantenere un’auto sempre efficiente compreso il cambio dell’olio con lubrificanti originali e specifici per il proprio motore che riducono consumi ed emissioni oltre a proteggere i catalizzatori.

    601

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoFiatMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI