Fiat: vola il titolo!

Fiat: vola il titolo!
da in Auto nuove, Ferrari, Fiat, Lancia, Maserati, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Fiat a tutto gas

    Che la Fiat stia andando bene, lo sappiamo, così come sappiamo che anche il titolo Fiat va a gonfie vele, se consideriamo che appena una settimana fa, a Piazza Affari, si scambiava a 14,03 euro, con un rialzo, rispetto al minimo, dello 0,37%.

    ”E’ stato un anno straordinario, il prossimo lo sarà ancora di più”, lo ha detto De Meo, responsabile Fiat al Motor Show di Bologna. Il 2006 “è stato un anno che ha sancito l’uscita da uno stato di crisi e l’inversione netta di una tendenza negativa che si era andata consolidando nel tempo”, ha continuato De Meo ”così è stato quest’anno e così sarà l’anno prossimo”. Il 2007, infatti, “marcherà una nuova ulteriore accelerazione nel processo di avvicinamento, all’obiettivo di fare di Fiat uno dei marchi più competitivi al mondo. E sarà il prodotto a parlare. Sarà la Nuova Fiat Bravo che presenteremo a Roma. Sarà la 500 la Fiat che tutti aspettavano da più di 30 anni. Nel 2006 la Casa torinese è andata alla grande e contiamo di chiudere l’anno, con il marchio Fiat, con circa 80 mila vendite in più rispetto all’anno scorso e dove proprio a novembre abbiamo superato il 24% di quota, il nostro nuovo record negli ultimi anni”, questa l’analisi anche di Lorenzo Sistino, responsabile del brand Light Commercial Vehicles del settore auto e a capo delle vendite del marchio Fiat, e nominato oggi responsabile di New Holland, il brand leader nel settore delle macchine per l’agricoltura che fa capo a Cnh.

    Così come si è ricordato che è soprattutto all’estero che Fiat va meglio con un + 28,6% di maggiori incrementi rispetto all’anno passato; grande merito di questo successo va alla Fiat Grande Punto, senza scordare la Doblò con un incremento di vendite pari al 39% e con un aumento di vendite, pari all’8% anche per Panda. Ma grande merito, in questo periodo roseo dell’intero Gruppo torinese, va tributato anche a Lancia Ipsilon con 17 mila ordini in più rispetto all’anno scorso e con un 20% anche all’estero e a questo si aggiunga anche Maserati con livelli sovrapponibili allo scorso anno, ovvero, poco più di 5.500 unità, ma l’anno prossimo con la Quattroporte automatica, prossima debuttante a Detroit, farà la differenza in meglio.

    E che dire di Ferrari, già “risorta” nel 2005 e che nel 2006 ha fatto registrare ricavi per 706 milioni di euro con una crescita del 16,7% .Se infine, ricordiamo l’ultimo accordo che Fiat ha siglato con l’indiana Tata, possiamo proprio dire che le “vacche grasse” per l’azienda torinese sono appena cominciate.

    527

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveFerrariFiatLanciaMaseratiMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI