Ford al Salone di Parigi 2012: Mondeo, Ecosport e Fiesta restyling [FOTO]

Ford al Salone di Parigi 2012: Mondeo, Ecosport e Fiesta restyling [FOTO]
da in Ford, Ford Fiesta, Ford Mondeo, Salone di Parigi 2016
Ultimo aggiornamento:

    Amsterdam prima di Parigi, il Go Further prima del Mondial de l’automobile. Ford ha già svelato tutte le sue carte per la kermesse parigina poche settimane fa in un evento interamente dedicato ai pezzi forti della gamma: nuova Mondeo, suv Ecosport e Fiesta restyling più di ogni altro. D’accordo, ci saranno anche i veicoli commerciali, ma le stelle del Salone di Parigi saranno queste tre.
    Un suv globale, prodotto in sud America e destinato a incrementare i volumi di vendita nei paesi emergenti: il Ford Ecosport. Una best-seller tra le berline tre volumi, già conosciuta negli States e presto protagonista in Italia: la nuova Ford Mondeo. Infine, trucco nuovo per la Ford Fiesta, ma non solo apparenza per l’utilitaria tedesca visto che sotto al cofano c’è da perdere il conto per quante varianti verranno offerte.

    Ford Mondeo, tre carrozzerie e la trazione integrale
    La novità più grande che riserverà la Ford Mondeo, design e motori a parte, sarà la presenta della trazione integrale sul modello quattro porte, una delle tre varianti di carrozzeria offerte insieme alla station wagon e alla cinque porte.
    Dopo il vernissage di Amsterdam, Ford ha annunciato il debutto dell’Advanced Active Park Assist, che si può sintetizzare in pochi termini più chiari: assistente al parcheggio. Tra le altre novità la nuova Ford Mondeo avrà una sospensione posteriore più raffinata e il sistema multimediale Sync, con schermo touch da 8 pollici, controllo vocale e hotspot wi-fi per connettersi a internet: più che una berlina media di un costruttore generalista, sembrano le dotazioni delle berline premium.

    Grande attenzione alla sicurezza, sottolineata dall’esordio delle cinture posteriori gonfiabili in grado di ridurre i traumi a testa, collo e torace nell’impatto. I test hanno dimostrato che la forza viene dispersa cinque volte meglio rispetto alle cinture di sicurezza tradizionali.

    Ampia la scelta di motori, con il debutto del motore 1.0 Ecoboost tre cilindri, accompagnato dal diesel 1.6 Tdci e dai benzina turbo 1.5 litri e 2 litri; la trazione integrale verrà proposta in abbinamento al diesel più potente, il duemila Tdci. A Parigi vedremo anche la Ford Mondeo ibrida, in versione 4 porte e con il motore due litri benzina abbinato a quello elettrico, con un pacco batterie (agli ioni di litio) da 35 Kwh.

    La presentazione della Ford Mondeo al Go Further di Amsterdam, qui.

    Ford Ecosport, novità dal Brasile
    Voglia di suv in ogni segmento, guardando le proposte dei costruttori. E Ford risponde presente con l’Ecosport, sport utility vehicle di segmento B su pianale Fiesta prodotto in sud America.

    In Brasile circola già dal 2003, adesso questa nuova versione verrà esportata anche in Italia, andando a sostituire quello che fu la Ford Fusion, un crossover rialzato senza troppe velleità fuoristradistiche: anzi, nessuna. Il Ford Ecosport verrà commercializzato entro 18 mesi e seguirà modelli già noti al grande pubblico, come la nuova Ford Kuga, e altri meno conosciuti, che dagli States verranno lanciati sul nostro mercato: Ford Edge.

    L’Ecosport avrà un motore diesel, presumibilmente il millesei Tdci, e un benzina, che sarà il tre cilindri 1.0 Ecoboost, vero jolly da spendere su segmenti quantomai distanti: dalle utilitarie alle berline tre volumi.

    Report completo da Amsterdam per il Ford Ecosport, qui.

    Ford Fiesta 2013, restyling e motorizzazioni per tutti
    Abbiamo già anticipato le novità stilistiche della Ford Fiesta 2013, un facelift deciso, in grado di rinfrescare l’aspetto dell’utilitaria da 15 milioni di unità vendute (dal lancio; ndr). Quel che impressiona maggiormente, però, è l’offerta quantomai vasta di motorizzazioni. Probabilmente alcuni propulsori andranno a “pestarsi i piedi” nelle preferenze della clientela: sette motori tra diesel e benzina.

    Si parte con il motore 1.0 Ti-Vct aspirato da 65 e 80 cavalli, azzardata l’unità meno potente considerata la massa della vettura. Salendo di potenza, tra le offerte benzina, troviamo un altro aspirato, l’1.2 litri da 60 e 82 cavalli, evoluzione del vecchio Duratec 4 cilindri in linea. E già qui i dubbi sono tanti: tra mille e milledue una manciata di cavalli di differenza, perché tenere a listino il vecchio Duratec?

    Prima di arrivare al motore 1.0 Ecoboost da 100 e 125 cavalli c’è un altro step intermedio: un 4 cilindri 1.4 litri aspirato da 96 cavalli per il quale c’è la stessa considerazione fatta tra mille e milledue aspirato. La fasatura variabile su aspirazione e scarico Ti-Vct sarà offerta anche sul millesei aspirato da 105 cavalli, che precede il top di gamma 1.6 Ecoboost da 182 cavalli riservato alla variante sportiva Fiesta ST.

    Capitolo diesel: offerta più razionale in questo caso. Tre proposte, con cilindrate simili. Un quattro cilindri 1.5 litri Tdci da 75 cavalli, un Tdci 1.6 litri da 95 e la versione 1.6 Tdci Econetic tutta votata al risparmio, con emissioni di Co2 di 87g/km, equivalenti a percorrenze nel ciclo combinato di 34,4 km/litro.

    Ben sei motori dell’offerta Fiesta sono dichiarati dal costruttore come under-100 in termini di grammi al chilometro di Co2, mentre lo start&stop sarà di serie sul mille Ecoboost e aspirato e sul diesel millesei Tdci. Esordio anche per il cambio automatico Powershift 6 marce.

    Il report completo sulla Ford Fiesta 2013 restyling lo trovate qui.

    969

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FordFord FiestaFord MondeoSalone di Parigi 2016
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI