Foto Spia Chevrolet Colorado e del fuoristrada Trailblazer

Foto Spia Chevrolet Colorado e del fuoristrada Trailblazer
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2013, Auto nuove, Chevrolet, Chevrolet Trailblazer, Foto Spia, Fuoristrada e SUV, Pick up
Ultimo aggiornamento:

    Abbiamo avvistato in autostrada A4 due muletti, chiaramente camuffati, Chevrolet che saranno prossimi al debutto forse anche nel nostro Paese. Parliamo della futura generazione del pick-up Colorado e del fuoristrada Trailblazer.
    Queste due vetture, o almeno i prototipi, sono già stati presentati alla 33° edizione dell’autosalone di Bangkok per quanto riguarda sia il Colorado che il Trailblazer (25 marzo e 5 aprile scorsi).
    La scelta di presentare questi due modelli proprio in Thailandia non è casuale poiché, quanto meno sotto il punto di vista dei pick-up, sono proprio queste le vetture più vendute in quel Paese. Per quanto riguarda invece il Trailblazer, questo SUV dalle grandi dimensioni, è stato presentato in un primo momento al Salone di Dubai in veste di prototipo, tanto quanto è avvenuto anche al Salone di Bangkok.

    chevrolet colorado laterale anteriore

    Cominciamo ora con il descrivervi in maniera tutti i dettagli resi noti fino ad oggi sia per il Colorado prima che per il Trailblazer in un secondo momento.
    Da subito sarà uno scontro aperto in fatto di rivalità tra questo Pick-up dalle considerevoli dimensioni con quelli euopei quali per esempio il Volkswagen Amarok o il nuovo Ranger della Ford per passare poi al giapponese Mazda BT-50 (i modelli finora più venduti del loro segmento). Queste vetture, prettamente destinate ad uso commerciale, sono parecchio diffuse più che in Italia, nei Paesi dell’Asia sud-orientale. Il fatto che queste vetture offrano sempre più comfort e maggiore sicurezza a bordo lo dimostrano in primis proprio quelli europei e non sarà un caso se Chevrolet adottasse le stesse misure sotto questo punto di vista. E’ ufficiale inoltre che proprio il Chevrolet Colorado, sebbene le foto siano state scattate in autostrada A4, non verrà commercializzato nel nostro Paese e verrà quindi proposto negli altri mercati con trazione a due o quattro ruote motrici e con la possibilità di configurazione a cabina singola o doppia. La Chevrolet valuterà, dopo il lancio, le reazioni del pubblico europeo per decidere se importare il Colorado anche nei mercati del Vecchio Continente.

    Dalle foto spia che potete vedere nella gallery, allegata a questo articolo, possiamo dare una prima impressione anche delle dimensioni “ufficiali”, nonché anche delle tecnologie applicate ai gruppi ottici.

    Chevrolet Colorado

    Passiamo ora all’altra vettura avvistata e fotografata sempre da Marco Dal Prà, anche lui in viaggio con me in direzione Milano. Sotto la pioggia battente siamo riusciti a raggiungere e seguire a 140 km/h con la mia Fiat 500 questo nuovo Chevrolet Trailblazer impegnato nei primi test su strada. Il nuovo SUV è stato progettato per cercare di unire il comfort su strada ed offrire anche la massima versatilità anche sui percorsi più difficili: questo lo si capisce intuitivamente anche dal frontale ben alto da terra che abbiamo modo di vedere in una foto.
    Per quanto riguarda l’estetica il nuovo modello sembra presentare uno stile moderno che si caratterizza per le forme morbide del frontale sebbene pronunciato ed adottante una fanaleria con tecnologia a LED, tanto quanto quella al posteriore e forte anche di una doppia mascherina a nido d’ape: tipica Chevrolet nel mezzo della quale le vetture sfoggiano la croce d’orata del brand come avvenuto nell’ultima Chevrolet Spark 2013. Sia questa una standadizzazione europea rispetto a modelli come la Camaro che, sebbene completamente diversi adottano per così dire, gusti americani? La fiancata, anch’essa ovviamente camuffata, sarà caratterizzata dalle calotte degli specchietti retrovisori e dalle maniglie delle portiere cromate e che andranno ad accompagnare lo stile della zona posteriore del veicolo con una vetratura che unisce in un unico elemento il lunotto posteriore per una maggiore visibilità specie nelle manovre: una caratteristica che ne alleggerisce il profilo. La linea massiccia da una sensazione di solidità pur senza penalizzare la visibilità, e riesce a far sembrare piccoli i cerchi da 20 pollici.
    Queste deduzioni le prendiamo dal prototipo esposto al Salone appunto di Bangkok di quest’anno.

    chevrolet trailblazer muso

    Non abbiamo avuto modo, purtroppo, di fotografare gli interni della vettura ma stando a quanto diramato da Chverolet sembra proprio che gli l’abitacolo sia ben spazioso ed accogliente anche per ospitare addirittura sette passeggeri che saranno disposti su tre diverse file di sedili e gli ultimi non saranno dedicati ai bambini come spesso accade per queste vetture 7 posti ma è adatta anche a persone adulte e per lunghi tragitti.

    I cinque posti posteriori della Chevrolet Trailblazer possono scomparire tutti nel pavimento della vettura, per ottenere un grande vano unico ben sfruttabile grazie al fondo piatto e alla forma regolare.
    La consolle centrale sarà minimale e sobria, gradevole alla vista e con tutti i comandi raccolti nella parte alta, a portata di mano del guidatore. Denota modernità e si sviluppa in maniera verticale e, nella parte inferiore, sfoggerà i comandi del climatizzatore a controllo elettronico di forma tondeggiante: un modo per renderli più comodi e più alla portata di chi guida quindi. Il materiale interno sembra essere di qualità e ben si abbina con quello che è lo stile della vettura e al tatto sembra pure piacevole.

    Per quanto riguarda invece la meccanica, saranno disponibili due motori Duramax quattro cilindri turbo diesel da 2.5 e 2.8 litri, che sono abbinati ad un cambio manuale a cinque rapporti oppure in alternativa ad un automatico a sei marce. L’unità da 2.5 litri è in grado di garantire una potenza di 150 CV e una coppia massima di 350 Nm, mentre il propulsore da 2.8 litri, con turbo compressore a geometria variabile, ha una potenza di 180 CV, mentre la coppia è di 440 Nm con il cambio manuale, questi diventano 470 Nm quando il propulsore viene invece abbinato al cambio automatico.

    Non mancano gli ausili elettronici alla guida: agli ormai immancabili Esp ed Abs si possono aggiungere il ripartitore di frenata, il controllo della trazione e l’assistente alle frenate di emergenza. Per chi volesse cimentarsi nella guida off-road sono invece disponibili sulla Chevrolet Trailblazer il controllo di ripartizione frenata tra i due assali e l’assistente per la discesa su fondi a scarsa aderenza.

    Chevrolet Trailblazer spy photo

    Il Chevrolet Trailblazer 2012 sarà disponibile in commercio solamente in territorio thailandese, per poi arrivare nei mesi successivi anche su tutti gli altri mercati internazionali. Dalle prime approssimazioni circa i suoi dati di vendita, si presume un grande apprezzamento da quella nicchia di clientela che cerca una vettura spaziosa ed al contempo grande e comoda specie per le grandi famiglie. Visto il successo che hanno riscosso vetture che ne daranno diretta rivalità come Fiat Freemont, per citarne uno, questo Chevrolet potrebbe dare soddisfazioni sul mercato interno ma questo sarà dipeso specialmente dal prezzo di listino che Chevrolet stabilirà.

    Confrontando le due vetture fotografate in autostrada, la condivisione sarà nella base tecnica. Il design sarà, come si scorge da alcuni particolari, simile tra il Colorado ed il Trailblazer, frutto delle matite sudamericane del centro di design di São Caetano do Sul in Brasile.

    Il suo luogo di produzione sarà lo stabilimento di Rayong città della Thailandia situata nella costa nord orientale del Golfo di Thailandia, e situata a 200 km a sud est di Bangkok.

    1360

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAnticipazioni AutoAuto 2013Auto nuoveChevroletChevrolet TrailblazerFoto SpiaFuoristrada e SUVPick up
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI