Frena l’alcol metti in moto la vita: un progetto volto alla sicurezza stradale

Frena l’alcol metti in moto la vita: un progetto volto alla sicurezza stradale
da in Assicurazione auto, Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Etilometri all'uscita delle discoteche

    Al grido “Frena l’alcol, metti in moto la vita” inizia anche quest’anno la campagna contro l’alcol alla guida, che miete tante vittime per strada e attenta quanto mai alla Sicurezza Stradale, voluta da Ania, Polizia Stradale e Silb ( Associazione italiana imprese di intrattenimento Danzanti e di Spettacolo) – FIPE.

    Un bel progetto, che oltre a sensibilizzare le coscienze dei giovani, con la distribuzione di volantini sui rischi che si corre bevendo e mettendosi alla guida, prevede anche degli etilometri per saggiare il grado di alcolemia nel sangue di chi esce dalle discoteche.

    Inoltre, in locali liguri, romagnoli e lombardi i giovani saranno invitati a designare il loro Bob che, più sobrio degli altri potrà mettersi alla guida delle auto senza arrecare pericolo

    “Le tragiche cronache degli ultimi giorni – ha detto Fabio Cerchiai, Presidente dell’ANIA – confermano che il maggior numero di vittime della strada si registra soprattutto durante i week end dei mesi estivi, quando la problematica del traffico intenso va a sommarsi a quella della guida in stato di ebbrezza”. “Servono – ha aggiunto Cerchiai – misure forti per la prevenzione degli incidenti stradali: si tratta di un terreno sul quale si ha il dovere di impegnarsi a fondo e che rappresenta una vera priorità. Come compagnie di assicurazione, siamo direttamente impegnati su questo fronte. Abbiamo deciso di promuovere ancora una volta l’edizione di “Guido con Prudenza”, perché crediamo sia giusto ed efficace parlare ai ragazzi nel loro linguaggio e nei luoghi in cui si incontrano”.

    “Se i dati della Polizia Stradale e dell’Arma dei Carabinieri – ha dichiarato il Prefetto Luciano Rosini, Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato.- evidenziano nei fine settimana dei primi sei mesi dell’anno una diminuzione della mortalità per incidente stradale del 20% rispetto al 2003 (323 morti nel 2007 a fronte dei 432 del 2003), per i giovani sotto a 30 anni si registra, in assoluta controtendenza, un aumento del numero dei morti del 16% (52 deceduti in più nel 2007 rispetto al 2003). Diventa, dunque, di importanza cruciale ogni azione che abbia a cuore la tutela dei giovani sulla strada”

    “Gli incidenti dovuti all’abuso di alcol – ha dichiarato Renato Giacchetto, Presidente Silb-Fipe – sono un problema grande, che va affrontato con serietà da tutti gli attori interessati.

    Abbiamo recentemente sottoscritto con il Governo il “Codice di autoregolazione per la sicurezza stradale” e periodicamente riproponiamo la figura del “guidatore designato”. Chiediamo aiuto alle istituzioni per sostenere le nostre iniziative e garantire ai nostri ragazzi un divertimento sicuro e di qualità”.

    461

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoCodice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI