Gas metano: presto possibile accedere al self service

Gas metano: presto possibile accedere al self service

Presto self service anche per il metano

Il grosso limite delle auto alimentate a gas? Un tempo la scarsa capillarizzazione delle aree distributive, successivamente si è posto in parte fine a questo disagio, almeno per quanto riguarda le auto a GPL, ma se ne sono palesati degli altri e soprattutto per quanto riguarda le auto a metano.

Il limite è quello che per chi un tempo disponeva di un’auto a gas era impossibile procedere al rifornimento con il “Fai da te”, successivamente anche i proprietari di auto alimentate con questo combustibile, hanno potuto avere libero accesso a quelle aree che consentono di procedere al rifornimento senza far ricorso ai dipendenti dell’impianto, purchè nelle immediate vicinanze ci sia la presenza di almeno un addetto.

Ma adesso ci sono novità anche per le auto alimentate a gas metano, infatti, secondo una prossima decisione del Ministero dell’Interno, constatato il sempre minor numero di incidenti rappresentato da fughe di gas, scoppio o esplosione delle auto alimentate a gas metano, sarà possibile anche per questi utenti accedere al fai da te nei rifornimenti con questo carburante e questo, chissà, che non potrà consentire una diminuzione di prezzo sul già basso costo, rispetto agli altri carburanti,del gas metano.

251

Segui AllaGuida

Dom 24/02/2008 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Dario 26 febbraio 2008 00:07

Se non sbaglio in Francia è possibile farsi installare in garage l’attacco per il serbatoio collegato all’impianto casalingo; questa si che è una soluzione, alla faccia della bassa densità di distributori di metano, in questa maniera si può anche diminuire l’inquinamento dato dal trasporto del carburante su strada!!!

Rispondi Segnala abuso
Seguici