Gemballa Mirage Evolution

da , il

    Gemballa Mirage Evolution

    Facciamo un esperimento: prendete una Porsche Carrera GT, iniziate a guidarla tutti i giorni, per tutte le strade che volete, naturalmente senza preoccuparvi mai dei consumi e dei limiti di velocità. Io dico che dopo un mesetto o al massimo due, potreste pensare che magari la potenza non sia più sufficiente. Soluzione? Un giretto nella terra dove nascono le Porsche, la Germania. Destinazione? Un qualunque tuner, questa volta facciamo visita a Gemballa, storico preparatore di Porsche.

    Come al solito, Gemballa ha proposto una soluzione senza compreomessi: due turbocompressori montati sopra al V10 di 5,7 litri che portano i cavalli ad una cifra piuttosto imbarazzante: 1000 cv. Dov’è che ho già sentito di un’auto con tutti quei cavalli? Ah, si la Bugatti Veyron. E quant’è che faceva di velocità massima? Oltre 400 km/h, ah già. Avrete già indovinato quanto dichiara Gemballa per la sua Mirage Evolution? Esatto, la stessa cosa: più di 400 km/h. Ma sono le accelerazioni che fanno più spaventare: 3,5 secondi per raggiungere i 100 km/H e 8 per superare i 200 km/h.

    Le modifiche apportate, però, non si limitano all’applicazione di due turbocompressori: si può notare infatti la presenza del tetto, in fibra di carbonio, delle porte ad ali di gabbiano e di altri piccoli dettagli aereodinamici. La configurazione con il tetto ha costretto infatti i tecnici alla rivisitazione aereodinamica in galleria del vento. Sul sito europeo di Gemballa (solo in inglese e tedesco) altre immagini.