NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

General Motors: cinquemila dollari di perdita per ogni auto venduta!

General Motors: cinquemila dollari di perdita per ogni auto venduta!

Gli analisti finanziari che si sono presi la briga di verificare tale angoscioso caso additano General Motors quale responsabile principale di tale andazzo, ad esempio, quando la Saab 9-2X venne commercializzata per la prima volta, la si pose sul mercato ad un prezzo d’acquisto di ben 5

da in General Motors nuove, Koenigsegg, Mercato Auto, Mondo auto, Saab
Ultimo aggiornamento:

    Saab 9-2-x

    Se non ci fosse nulla da ridere…. ci sarebbe proprio da ridere, pensando ad un’azienda che guadagna di più se non vende, piuttosto che se vende….. eppure capita anche questo e ciò è quel che accade o che è accaduto alla General Motors.

    Dicevamo che non c’è nulla da ridere per il semplice fatto che quando si verificano certi paradossi, a pagare lacrime e sangue a causa del declino di un’azienda ci vanno di mezzo i dipendenti ma occorre anche pensare; con quale giustificazione i manager aziendali possono giustificare una situazione del genere come quella verificatasi a General Motors nei confronti del marchio Saab, visto che negli ultimi anni di detenzione della celebre Casa svedese gli americani hanno buttato alle ortiche qualcosa come 6 miliardi di dollari che, tradotto nel numero di auto commercializzate, significa una perdita secca di 5.100 dollari ad esemplare consegnato al cliente.

    Gli analisti finanziari che si sono presi la briga di verificare tale angoscioso caso additano General Motors quale responsabile principale di tale andazzo, ad esempio, quando la Saab 9-2X venne commercializzata per la prima volta, la si pose sul mercato ad un prezzo d’acquisto di ben 5.000 dollari rispetto a quello che la vettura sarebbe dovuta costare, si pensi alla Subaru Impreza Wrx dalla quale deriva il modello Saab che costava proprio 5.000 dollari in meno rispetto alla svedese. Basterebbe solo questo per immaginare che un’azienda gestita in questo modo è destinata a naufragare con tutti i buoni propositi iniziali.


    Infatti, da un lato, illo tempore, il colosso americano mirò in alto esaudendo la propria bramosia espansionistica e fagocitando, fra gli altri, anche la svedese Saab, dall’altro, fatto incredibile, dall’acquisto del marchio europeo, la General Motors non solo non ha mai guadagnato nulla ma ha avuto una di quelle emorragie che avrebbero schiantato chiunque e solo la capacità di sanare i debiti, 750 milioni di dollari l’ultima tranche di quest’anno, non ha fatto fallire l’azienda. Bene dunque ha fatto a cedere l’intero pacchetto alla Koenigsegg che, bisogna sperare, non si impantani anch’essa nei flutti di una gestione economica, tanto “ allegra”, per usare solo un eufemismo!

    414

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN General Motors nuoveKoenigseggMercato AutoMondo autoSaab
    PIÙ POPOLARI