NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

George Clooney, no Tango….. no viaggio!

George Clooney, no Tango….. no viaggio!

L'auto elettrica è una realtà e stuzzica anche le celebrità, primo intesta, George Cloney

da in Auto nuove
Ultimo aggiornamento:

    Strano ma vero, uno dei personaggi del mondo di Hollywood, Gorge Clooney, fra i i più famosi e, anche, fra i più strapagati del mondo, non ha scelto per sé, pur potendoselo permettere, una supercar tradizionale, anche se con prestazioni e costi esorbitanti, ma una più “modesta” Tango T600 che, pur avendo anch’essa un costo proibitivo, enuncia la svolta storica dell’auto dall’affrancamento al dominio assoluto del petrolio e dei suoi derivati.

    Questo avvenimento, persegue una politica volta allo sfruttamento di energia alternativa al greggio, voluta e predicata a più riprese dal celebre attore americano che, dopo il film Syriana, s’è dato un gran da fare lanciando strali verso i biechi interessi delle holding del petrolio e sul loro potere assoluto.

    La Tango scelta dall’attore, che non è proprio uguale alla più accessibile vettura, di cui si è parlato già, è una monoposto, elettrica, larga meno di un metro, che raggiunge una velocità massima da brivido, 240 orari ed è dotata di soluzioni, quali speciali pannelli di acciaio, che danno un grado di protezione ben quattro volte maggiore a quella di un SUV. Peccato costi tantissimo, non meno di 85.000 euro, con la possibilità di ottenere un kit venduto a parte, per rifinire e assemblare certe parti vitali, a “casa propria”, ovvero presso un meccanico di fiducia.

    L’attore, la usa nel traffico e ammette che gli spunti di questa vettura elettrica sono ineguagliabili, soprattutto per guizzare facilmente in città. Una tendenza, questa, delle auto elettriche che ha avuto, come capitato con la Tango, un testimonial di lusso che sta aprendo, anzitempo, una strada nuova rivolta all’utilizzo dell’auto elettrica, intrapresa dai giapponesi con Eliica e dagli americani con Propulsione Zero, anche se una proposta interessantissima sta per partire anche dalla vicinissima Germania.

    I prezzi, per adesso, sono altissimi, ma l’impegno del mondo scientifico è anch’esso elevatissimo, segno che, prima o poi, come da più parti sbandierato, la tecnologia assurgerà a quei livelli tali da utilizzare vetture con propulsori puliti e col quasi nullo impatto ambientale.

    382

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuove
    PIÙ POPOLARI