Giappone, Terremoto: tempi lunghi per la ripresa

Giappone, Terremoto: tempi lunghi per la ripresa

Le conseguenze del terremoto in Giappone dell'11 marzo continueranno a farsi sentire per molti mesi sull'industria automobilistica

da in Honda, Mazda, Mondo auto, Toyota
Ultimo aggiornamento:

    terremoto giappone


    La ripresa dell’industria automobilistica in seguito al terremoto in Giappone potrebbe richiedere molti mesi, se non anni. Le case costruttrici stanno iniziando a fare le prime stime dei danni e delle conseguenze a medio lungo termine, mentre anche i produttori esteri stanno subendo ritardi e carenza di forniture per via dell’interruzione della produzione anche da parte di aziende dell’indotto. Oltre a Toyota, Nissan, Honda, Mazda e Subaru, anche fornitori di energia, costruttori di parti costitutive, produttori di tinture per la carrozzeria e così via sono in gravi difficoltà.

    Toyota ad esempio ha fatto sapere che, a causa della carenza di energia, potrebbe prendere in considerazione diverse possibilità tra cui la rotazione della produzione. In questo modo si ottimizzerebbero i consumi nell’attesa di un ritorno alle condizioni normail. Entro l’estate il taglio dell’energia dovrebbe essere circa del 15% per le aziende giapponesi.

    A sua volta, Honda ha fatto sapere che due delle sue fabbriche resteranno chiuse almeno fino al 3 aprile, per risparmiare sulle scorte di pezzi.

    Oltre agli impianti, anche il centro di ricerca e sviluppo della casa costruttrice a Tochigi potrebbe restare chiuso per molti mesi. Nel frattempo le sue funzioni saranno trasferite in altre località.

    Pur essendo stata colpita meno duramente, anche Mazda ha reso noto alcune misure volte all’ottimizzazione delle forniture, tra cui l’interruzione degli ordini da parte delle concessionarie negli Stati Uniti per il mese di maggio. Al momento non è stato annunciato quando queste prenotazioni saranno completate, anche se l’azienda ha fatto sapere di avere scorte sufficienti, almeno per il momento.

    336

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN HondaMazdaMondo autoToyota
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI