NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Gomme da neve: chiamiamole “invernali”

Gomme da neve: chiamiamole “invernali”

Pare insomma di capire che le “invernali” siano migliori delle catene, non foss’altro perchè le particolari gomme da “neve” a differenza delle catene si montano sul tutto il treno di ruote e non solo sulle ruote di trazione come avviene con le catene che, tuttavia, non andranno “messe in soffitta” visto che… «Durante la stagione fredda io tengo sempre le catene in au¬to, ma prima di tutto monto le invernali», dice Alberto Gui¬dotti, presidente della König, azienda leader nella produzio¬ne di catene; ciò perché se si resta impantanato nella neve solo le catene possono districare l’automobilista dal problema

da in Accessori auto, Mondo auto, Pneumatici, Sicurezza Stradale, Video Auto
Ultimo aggiornamento:

    Spesso si sente parlare di gomme da neve ed i non addetti ai lavori sono portati a credere che tali pneumatici servano soltanto per le giornate innevate ed invece se pensassimo così sbaglieremmo.

    L’errore nasce proprio dalla definizione che si fa di queste coperture, dove la “neve” è una contingenza, ma non la sola, che giustifica il montaggio di tali gomme, ma anche in assenza di questa situazione ambientale, ovvero nelle giornate molto fredde, intorno ai 5/6 gradi, ad esempio, è utile e consigliabile montare le gomme da neve ed a questo punto meglio sarebbe chiamarle invernali.

    I motivi che giustificano il montaggio di tali coperture è dato dal fatto che la mescola che costituisce la gomma è sicuramente più morbida di quella estiva con un battistrada più scolpito e con gole al suo interno tali da allontanare al meglio l’acqua che si deposita sulla strada e non soltanto la neve per non contare che l’insieme di tali caratteristiche inducono un effetto collante fra la strada e la gomma aumentando l’aderenza.

    Dunque, neve a parte, è stato dimostrato che in caso di pioggia o situazioni climatiche basse si assiste ad una diminuzione del 15% dello spazio d’arresto dell’auto lanciata a 80 km/h con le gomme invernali rispetto alle gomme estive, così come è stato provato anche che in caso di aquaplaning migliora il comportamento dello pneumatico a tutto vantaggio della sicurezza stradale.

    Si tratta di capire se tale sostituzione di gomme incida in maniera considerevole sul nostro budget familiare, secondo gli addetti ai lavori la risposta non è univoca, «Bisogna far bene i conti — avverte Fabio Bertolotti, di¬rettore di Assogomma. — Mentre si viaggia con le inver¬nali non si consumano le gom¬me estive, che rimangono in garage». O dal gommista. «Il servizio di custodia è previsto e costa circa 30 euro l’anno», spiega Guido Schiavon, di Fe¬derpneus.

    Insomma, anche dalle parole dell’esponente della categoria si capisce che tale scelta implica dei costi aggiuntivi, abbondantemente superati però dalla maggiore sicurezza stradale garantiti da queste diverse coperture. Un problema questo che non può nemmeno essere discusso nel caso di auto a trazione integrale, soprattutto Suv, i quali devono per forza di cose montare le invernali se le condizioni climatiche lo impongono soprattutto perché si presume che chi utilizzi un Suv si impegni in manovre in fuoristrada che non è possibile compiere con una qualsiasi altra auto, in condizioni climatiche rigide, la sola trazione integrale non basta a garantire la sicurezza di guida.

    Secondo gli esperti, insomma, le coperture invernali si comporterebbero come le gomme con catene con il vantaggio della praticità d’utilizzo di quest’ultime e l’ottima guidabilità rispetto alle catene.

    Pare insomma di capire che le “invernali” siano migliori delle catene, non foss’altro perchè le particolari gomme da “neve” a differenza delle catene si montano sul tutto il treno di ruote e non solo sulle ruote di trazione come avviene con le catene che, tuttavia, non andranno “messe in soffitta” visto che… «Durante la stagione fredda io tengo sempre le catene in au¬to, ma prima di tutto monto le invernali», dice Alberto Gui¬dotti, presidente della König, azienda leader nella produzio¬ne di catene; ciò perché se si resta impantanato nella neve solo le catene possono districare l’automobilista dal problema.

    A questo punto la domanda nasce spontanea… con le gomme invernali siamo in regola con il Codice della Strada laddove i cartelli indicano l’obbligo delle catene? Si, siamo in regola, non lo saremmo se avessimo montato le coperture estive, in questo caso la multa va da 36 a 74 euro, a seconda che si stia cir¬colando dentro o fuori dei cen¬tri abitati, più il taglio di 3 punti sulla patente. Le «cal¬ze »? Multa e taglio dei punti. In Italia questo accessorio non è stato ancora omologato dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

    Aggiunge una raccomanda¬zione, Fabio Bertolotti: «Con¬viene non aspettare la prima nevicata per andare dal gom¬mista a chiedere il cambio del¬le gomme: la scelta si riduce e i costi aumentano».

    745

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori autoMondo autoPneumaticiSicurezza StradaleVideo Auto
    PIÙ POPOLARI