Guida in stato di ebbrezza: ai giovani piace il Guidatore consapevole

E’ quanto emerge da una ricerca dell’Eurisco, da dove emerge che su cento italiani intervistati, 84 si dichiarano favorevoli al guidatore designato

da , il

    alcol e giovani

    Finalmente una buona notizia nell?ambito della sicurezza stradale, ben sapendo il grave rischio di incidenti nell?uso dell?alcol alla guida emerge un dato interessante; agli italiani piace il cosiddetto ? guidatore designato?.

    E per ?guidatore designato? si intende la persona che uscendo con un gruppo di amici si limita a bere bevande analcoliche e resta sobrio per tutta la serata e riesce così a guidare portando l?intero gruppo a casa sano e salvo.

    E? quanto emerge da una ricerca dell?Eurisco, da dove emerge che su cento italiani intervistati, 84 si dichiarano favorevoli al guidatore designato. Ma c?è di più, tale risultato aiuta a ben sperare circa la consapevolezza dei rischi corsi al volante, che sempre di più serpeggia nei giovani, a volte giudicati, chissà, frettolosamente irriducibili del rischio.

    Dallo studio emergerebbe infatti che il 67% dei ragazzi intervistati ritiene che occorrono maggiori controlli da parte delle Forze dell?Ordine sia su strada che nelle immediate vicinanze dei locali; addirittura c?è chi ritiene e sono quasi sei intervistati su dieci, che il limite alcolemico fissato per Legge in 0,5 g/litro è troppo alto ancora.

    Merita dunque un cenno l?iniziativa ?Stasera Guido Io? voluto dall?Aci e dalla Fondazione Ania che quest?anno ha interessato 160 mila persone, premiandone cinquanta fra coloro che hanno saputo rispondere a un quiz sul grado di livello del Codice della Strada dopo aver partecipato ad una prova col simulatore di guida.